Pagina 6 di 6

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 12 giu 2014, 13:15
da Bart47
Ah! per la proposta di Zephiryne: mi sembra una buona idea mettere a disposizione una libreria a scopo consultazione per acquarello, olio, ecc

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 12 giu 2014, 14:21
da marikab
Sì Bart ottima direi.

Zephyrine infatti i link che mi hai consigliato li trovo molto interessanti anche se ho preso visione solo di alcuni di essi

State parlando con una che ha iniziato a dipingere partendo solo ed esclusivamente dai tutorial che trovava sul Web quindi.... non vi dico il tempo sprecato nel visionare l'enorme quantità di roba che trovavo andando a caso...per cui una selezione mirata sarebbe una " linkoteca " (vocabolo di pura fantasia) estremamente utile almeno per alcuni di noi

Naturalmente rimetterò mano al mio lavoretto seguendo per l'ennesima volta i vostri consigli.....mi sono intestardita. Non è assolutamente scontato un miglioramento perché troppo maneggiato ormai ed anche perché alcune zone di massima luce le ho ottenute con una tempera bianca che si andrà a mescolare con il colore scuro che apporrò sopra .....tanto son tutti esperimenti ed ormai come acquerello è decisamente sporco!!!

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 12 giu 2014, 16:11
da marikab
Bart47 ha scritto:No, sei chiarissima Zephyrine. Sapevo di non essermi spiegato :oops: :oops: . Intendevo dire che La colorazione disomogenea delle faccette andrebbe eseguita al massimo su una precedente leggera velatura di fondo onde evitare di ritrovarsi colore dove non dovrebbe esserci. In più i nuovi bordi netti possono non coincidere con i sottostanti.
Per chiarire meglio ho prelevato una porzione del vaso dall'originale di Mary (spero non se l'abbia a male).
Image.jpg


Certo che non me ne ho a male Bart, infatti non è il correggere certi punti, è il ripassarci sopra diverse volte e con due materiali diversi: il bianco tempera ed i colori ad acquerello che sviano il risultato,
poi è la tecnica giusta dell'intervento che non riesco a trovare naturalmente.

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 12 giu 2014, 16:24
da Bart47
Mmm.. mi sa che la tempera (che in casi simili uso anche io) è ora un bastone nelle ruote. rischi di trovartela dappertutto passandoci sopra. Anche sulla tavolozza.
Facci sapere.
Ciao

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 12 giu 2014, 16:41
da marikab
Proprio quello che sto sperimentando, è un continuo pasticciare, meglio aspettare il mattino chissà che con il fresco non riesca ad ottenere qualcosa di passabile, ora fa troppo caldo mollo tutto :( :evil:

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 12 giu 2014, 22:01
da Zephyrine
In questo caso sarebbe utile un fissativo non permanente, lo spruzzi e lo fai asciugare benissimo, fai i tuoi ritocchi senza insistere troppo sulle varie zone, fai asciugare e poi, se vuoi, fissi con un fissativo normale. Se hai dimestichezza, ma ne serve davvero molta, i ritocchi sulla tempera si possono fare con pennello quasi asciutto senza spanderla ovunque come quando ci vai col pennello bagnato. Se avessi diluito la tempera con del fiele di bue ad inizio lavoro, avresti potuto fare i ritocchi con meno patema d'animo perché sarebbe stata già parzialmente fissata.

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 13 giu 2014, 10:46
da marikab
Ciao Zephyrine, non avevo mai pensato al fiele di bue per stabilizzare la tempera, lo terrò a mente.
A questo punto direi che il fissativo possa essere l'unica soluzione per non peggiorare ulteriormente e dare un fermo al tramestio di colore su quel vaso.
Come fissativo ho solo il Damar spray e la lacca per capelli ultra forte e ultra scadente che uso per gessetti e carboncino e suppongo che non vadano bene nessuno dei due!?
Non uso il fissativo sugli acquerelli a lavoro finito è un errore?

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 13 giu 2014, 18:34
da Zephyrine
Il fiele di bue, così come il fissativo non permanente, è un aiuto in casi di emergenza tipo il tuo. Va usato con parsimonia perché può alterare di molto il colore (parlo del fiele di bue). La damar non va bene su dipinti ad acqua, quella è per l'olio, sulla lacca ho provato ad intervenire solo con le matite, non so come si potrebbe comportare sfregandola con qualcosa di umido, dovresti fare delle prove su un pezzetto a parte. Non è obbligatorio usare il fissativo sugli acquerelli o sulle tempere, dipende dalla situazione in cui sono, se magari devi trasportarli o esporli possono essere soggetti a sfregamento o a macchiarsi così averli protetti è un vantaggio. Poi di solito il fissativo alza un po' i toni dei colori quindi bisogna tener conto anche di questo inconveniente. Ci sono dei fissativi specifici per acquerello e tempera e di solito sono a base alcolica, ma puoi anche usare quelli per matita e pastello poi mi pare di ricordare che ci siano dei medium appositi per acquerello che se usati per diluire il colore al posto dell'acqua lo rendono impermeabile in modo da consentire ritocchi vari senza danneggiamenti, magari può tornare utile per il futuro.

Re: Due acquerelli a confronto

MessaggioInviato: 16 giu 2014, 08:47
da marikab
Grazie Zephyrine, adesso mi è chiaro l'utilizzo del fiele di bue e farò delle prove con la lacca forse lavorandoci sopra velocemente e con il pennello poco bagnato potrebbe mantenere quel sottile strato di protezione che permetta al nuovo colore di non mescolarsi con quello sottostante