La tavolozza di Betty Edwards

Questo è il forum dedicato alla Teoria dei Colori, alle tecniche per Mescolare i Colori, alla discussione sui pigmenti pittorici e a tutto ciò che riguarda il colore.

La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda ToroScatenato83 » 02 lug 2011, 22:24

Nel libro "L'arte del colore" di Betty Edwards, sono indicate delle tinte specifiche da usare perchè secondo l'autrice sono quelle che più si avvicinano alla realtà, il problema è che in commercio non riesco a trovarle tutte quante, voi cosa mi suggerite come valide alternative?
Grazie :mrgreen:
ToroScatenato83
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 02 lug 2011, 22:11
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda sasadangelo » 02 lug 2011, 22:35

perchè secondo l'autrice sono quelle che più si avvicinano alla realtà


Questo credo non siano le linee guida che spingono i produttori di colori. Anzi essi fanno l'opposto. Producono spesso colori ad alta saturazione al fine di rcoprire un più ampio range di colore. Invece, i colori presenti in natura sono a più bassa saturazione ecco perchè molti maestri sconsigliano (a parte eccezioni ovviamente) di usare i colori così come escono dal tubetto. Ho quel libro ma non a portata di mano, mi dici i colori che suggerisce?
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda ToroScatenato83 » 03 lug 2011, 10:57

Tinte acriliche:

    Bianco di titanio
    Nero avorio
    Giallo di cadmio chiaro
    Arancio di cadmio
    Rosso di cadmio medio
    Cremisi d'alizarina
    Violetto cobalto
    Blu oltremare
    Verde permanente
ToroScatenato83
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 02 lug 2011, 22:11
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda grafite » 03 lug 2011, 12:40

ho letto anche io il libro della Edwards sul colore, alla ricerca di riferimenti seri per spiegare in maniera esaustiva ai miei allievi che cosa faccio in modo istintivo quando dipingo, lo ho trovato macchinoso, l'approccio di James Gurney è molto più diretto e giusto per un pittore (a mio avviso) e vedo che i miei allievi la pensano come me. sul mio blog ho cominciato a pubblicare con l'affettuoso incoraggiamento di Gurney i suoi articoli sul'argomento, se vuoi puoi dare un'occhiata.
Alessandro Pedroni
http://www.alessandropedroni.com - http://www.circolodarti.com
workshop, lezioni e corsi di disegno e pittura a Cagliari o via web
Avatar utente
grafite
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 787
Iscritto il: 05 apr 2011, 08:17
Località: Cagliari
Ha ringraziato: 30 volte
Stato ringraziato: 81 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda sasadangelo » 03 lug 2011, 21:06

Ciao,
è una tavolozza abastanza standard. Se ci fai caso:

1. Un nero e bianco
Bianco di titanio
Nero avorio

2. 3 primari (del rosso una versione calda e fredda)
Giallo di cadmio chiaro
Rosso di cadmio medio
Cremisi d'alizarina
Blu oltremare

3. 3 secondari
Arancio di cadmio
Violetto cobalto
Verde permanente

E' una tavolozza abbastanza standard e la similitudine con le tinte reali non c'entra nulla. Hai mai visto un albero verde permanente, un cielo blu oltremare così come esce dal tubetto. Sono colori, come dicevo, molto saturi atti ad ottenere un bel ventaglio di tinte.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda ToroScatenato83 » 03 lug 2011, 22:07

E' una tavolozza abbastanza standard e la similitudine con le tinte reali non c'entra nulla. Hai mai visto un albero verde permanente, un cielo blu oltremare così come esce dal tubetto. Sono colori, come dicevo, molto saturi atti ad ottenere un bel ventaglio di tinte.

Si lo so, ma io mi riferivo alla corrispondenza tonalità pigmenti/lunghezze d'onda della luce, ovvero il pigmento blu oltremare è quello che più si avvicina al colore che noi chiamiamo blu.
E' chiaro che non si utilizzano i pigmenti come escono direttamente dai tubetti per dipingere, ma tra le centinaia di tinte in commercio ne bastano veramente poche per ottenere infinite tinte.

Betty Edwards dice questo:

    Il giallo di cadmio chiaro è molto simile all'autentico giallo puro e, tra i pigmenti disponibili, è il tipo di giallo più intenso.

    Il rosso di cadmio medio è abbastanza vicino al rosso puro. Questo pigmento riflette leggermente le lunghezze d'onda del rosso-arancio, ma resta comunque la migliore approssimazione disponibile.

    Il blu oltremare è piuttosto vicino alla tonalità pura, riflette una lunghezza d'onda maggiormente blu-violetta.

    L'arancio potreste ottenerlo anche ottenero mescolando il giallo di cadmio chiaro con il rosso di cadmio medio, ma la miscela che ne risulta è meno vivace del pigmento puro.

    Il violetto potreste ottenerlo mescolando il rosso di cadmio medio con il blu oltremare, ma le impurità del pigmento rosso producono un colore piuttosto torbido. Il violetto di cobalto corrisponde abbastanza alla tinta pura.

    Il verde permanente è anch'esso prossimo al verde puro.
ToroScatenato83
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 02 lug 2011, 22:11
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda ToroScatenato83 » 03 lug 2011, 22:16

ho letto anche io il libro della Edwards sul colore, alla ricerca di riferimenti seri per spiegare in maniera esaustiva ai miei allievi che cosa faccio in modo istintivo quando dipingo, lo ho trovato macchinoso, l'approccio di James Gurney è molto più diretto e giusto per un pittore (a mio avviso) e vedo che i miei allievi la pensano come me. sul mio blog ho cominciato a pubblicare con l'affettuoso incoraggiamento di Gurney i suoi articoli sul'argomento, se vuoi puoi dare un'occhiata.

Sembra interessante il libro "Color and Light: A Guide for the Realist Painter by James Gurney", peccato che non è stato tradotto in italiano, sembra molto ben fatto.
Quali differenze ci sono tra i due libri? Entrambi puntano alla comprensione della giusta scelta dei colori.
ToroScatenato83
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 02 lug 2011, 22:11
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda sasadangelo » 03 lug 2011, 22:32

Ciao

Il giallo di cadmio chiaro è molto simile all'autentico giallo puro e, tra i pigmenti disponibili, è il tipo di giallo più intenso.


Esatto. intenso è sinonimo di alta saturazione, come dicevo io. Si tra i pigmenti è quello più vicino al primario anche se alcuni brand hanno sia un giallo primario e giallo cadmio chiaro.

Il rosso di cadmio medio è abbastanza vicino al rosso puro. Questo pigmento riflette leggermente le lunghezze d'onda del rosso-arancio, ma resta comunque la migliore approssimazione disponibile.


Ci sono ampie diatribe su questo sul web.

Il blu oltremare è piuttosto vicino alla tonalità pura, riflette una lunghezza d'onda maggiormente blu-violetta.


esatto, dici bene blu violetto non blu.

L'arancio potreste ottenerlo anche ottenero mescolando il giallo di cadmio chiaro con il rosso di cadmio medio, ma la miscela che ne risulta è meno vivace del pigmento puro.

Esatto lo spiego nel mio corso di pittura ad olio con una figura.

Il violetto potreste ottenerlo mescolando il rosso di cadmio medio con il blu oltremare, ma le impurità del pigmento rosso producono un colore piuttosto torbido. Il violetto di cobalto corrisponde abbastanza alla tinta pura.

Le impurità credo c'entrino poco. Mescolando due colori ottieni una curva di mescolanza (nota ho usato il termine curva e non linea dritta) che unisce i due colori nello spazio colorimetrico. Semplicemente quello che ottieni è sempre un colore a bassa saturazione rispetto al violetto in commercio.

Sto scrivendo un articolo in merito. Spero di pubblicarlo quanto prima.
Ciao e grazie per aver aperto questo tema.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda grafite » 03 lug 2011, 22:57

Io sto traducendo la Queel Wheel, sostituendo i colori in inglese con quelli in italiano della Maimeri, alla fine sarà una nuova ruota e potrei pubblicarla.
Alessandro Pedroni
http://www.alessandropedroni.com - http://www.circolodarti.com
workshop, lezioni e corsi di disegno e pittura a Cagliari o via web
Avatar utente
grafite
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 787
Iscritto il: 05 apr 2011, 08:17
Località: Cagliari
Ha ringraziato: 30 volte
Stato ringraziato: 81 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: La tavolozza di Betty Edwards

Messaggioda tonyhp » 04 lug 2011, 06:35

Anche io mi trovo davanti al problema di ottenere tinte più naturali e meno sature. Aspetto vostre pubblicazioni. Io ho ordinato questo libro "Composizione dei colori ad olio e acrilico" di Powell William F. La descrizione cita: "Volete creare un colore e non sapete come ottenerlo? Questo libro contiene le "ricette" per più di 450 combinazioni di colore e in più troverete capitoli sulla teoria del colore, su come creare i vari tipi di carnagione, sui colori complementari, e tanto altro ancora!"
Spero di trovare risposte alle mie domande.
Saluti
Tony
tonyhp
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 226
Iscritto il: 09 apr 2011, 14:20
Ha ringraziato: 1 volta
Stato ringraziato: 7 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0


Torna a Teoria dei Colori - Mescolare i Colori

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite