Matite Acquerellabili

Questo è il forum dedicato alle Matite Colorate e ai Pastelli. Tutti temi inerenti a queste tecniche pittoriche sono discussi in questo forum.

Matite Acquerellabili

Messaggioda Cuorenero » 06 gen 2014, 15:14

Come si usano le matite acquerellabili in linea di massima, va bene anche un cartoncino fabriano A4 da 220g (quelli che si usano a scuola media) o ci vuole una carta diversa, mi sembrano adatte per fare degli skizzi come fa Paolo mi sbaglio ? ho usato pochissimo gli acquarelli e solo da bambino , ho letto che servono degli sfumini quelli di gomma piuma vanno bene , posso usare dei coton fioc o cosa ? se devo fare il disegno prima di usare le matite acq. che matita devo usare, mi conviene lavorare a secco e bagnare dopo e alla fine rinforzare dove serve. Avete dei video o sito da consigliarmi in specifico prima di mettermi ha navigare
Avatar utente
Cuorenero
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 24 set 2013, 10:36
Ha ringraziato: 35 volte
Stato ringraziato: 38 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Matite Acquerellabili

Messaggioda tracolcino » 06 gen 2014, 18:12

Guardati questo link semplice e istruttivo:

http://www.youtube.com/watch?v=RuyLm-L9 ... up&index=6
Carlo
Un omaggio ai colori dei minerali: http://www.mineraldata.org
alcuni disegni: http://unioneartistideldisegno.altervis ... conti.html
Avatar utente
tracolcino
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 884
Iscritto il: 18 feb 2012, 13:17
Località: Pisa
Ha ringraziato: 50 volte
Stato ringraziato: 72 volte
Contributo: n/a
Bonus: 1

Re: Matite Acquerellabili

Messaggioda Zephyrine » 06 gen 2014, 19:16

Se non usi molta acqua e vuoi solo schizzare e accennare, va bene il Fabriano, ma se vuoi usarle come un acquarello è meglio una carta apposita, ce ne sono anche di economiche. Gli sfumini o i cotton fioc possono servire a seconda dell'effetto che vuoi ottenere e se usi l'acqua è meglio il pennello, quelli li riserverei più per l'uso come matita colorata. Per il disegno puoi usare una matita morbida e alleggerirle con gomma pane prima di colorare e, per come preferisco io, meglio lavorare prima a secco senza calcare troppo sennò sarà più difficile sciogliere i segni lasciati e poi puoi lavorare per sovrapposizioni e velature, ma per valutare i tuoi colori anche qualche prova bagnando pure la loro punta devi farla. ;)
Ti lascio anch'io dei link a video un po' più specifici solo che sono in inglese.
http://www.youtube.com/watch?v=q-IQWBjYzCY
http://www.youtube.com/watch?v=4FM3zGCLB_0
http://www.youtube.com/watch?v=fRVkG6HhwBE
http://www.youtube.com/watch?v=Hcx1A64OT-4
e questo dove hai l'imbarazzo della scelta :mrgreen:
Avatar utente
Zephyrine
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1215
Iscritto il: 19 lug 2011, 11:01
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 106 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Matite Acquerellabili

Messaggioda Cuorenero » 06 gen 2014, 20:15

tracolcino ha scritto:Guardati questo link semplice e istruttivo:
http://www.youtube.com/watch?v=RuyLm-L9 ... up&index=6

Si lo avevo già visto, conosco molti video di quella pittrice fa molti tutorial su quasi tutti i medium, grazie lo stesso ;)

@Zephyrine grazie per le info,
una carta dove posso lavorare con più passate d'acqua che grammatura deve essere come minimo, mi consigli ruvida o liscia ho dipende tutto da quello che voglio fare e se mi ci trovo, nel 3° 4° video usa un pennello a serbatoio con solo acqua? serve il pennello a serbatoio o è solo un accessorio in più?
il fiele di bue o la gomma arabica servono per rendere più lucido i colori e ha differenza dell'olio di lino no fa spandere la pennellata?
se nell'inizio a secco uso delle matite non acq. per alcuni tratti e poi uso quelle acq. quando ci passo l'acqua non si mischiano giusto?
Avatar utente
Cuorenero
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 24 set 2013, 10:36
Ha ringraziato: 35 volte
Stato ringraziato: 38 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Matite Acquerellabili

Messaggioda Zephyrine » 06 gen 2014, 22:24

La carta, se vuoi lavorare con molta acqua, minimo deve essere di 300g/m², più va su di grammatura e più spessa diventa e di conseguenza non hai bisogno di fissare il foglio con carta gommata su una superficie rigida perché tenderà ad imbarcare in maniera impercettibile. In vendita ci sono anche blocchi di fogli tenuti tutti assieme perché hanno i 4 lati collati che evitano la deformazione della carta quando usi molta l'acqua però, se puoi, meglio comprare i fogli sfusi, spendi meno e puoi tagliarli della misura che vuoi... ma se poi vuoi lavorare all'aperto sono più pratici i blocchi.
Per il ruvido o liscio dipende da ciò che vuoi fare, in linea di massima, il liscio si usa per lavori di dettaglio tipo illustrazioni botaniche o ritratti particolareggiati, il ruvido per gli altri soggetti, ma non ci sono regole ferree che ti obbligano all'uso dell'uno o dell'altro. Il liscio, se usi l'acquerello, è più difficile da gestire perché il colore tende ad essere assorbito subito e va lavorato velocemente per evitare di lasciare macchie o aloni non voluti, mentre nel ruvido il colore crea delle piccole pozzanghere fermandosi nella trama e ti dà un po' più di tempo per lavorare oltre a rendere il dipinto un po' più movimentato proprio per la presenza della tramatura. Tu però userai matite acquarellabili quindi sul liscio avrai un segno più nitido se date a secco, sul ruvido il pigmento diventerà friabile e spolvererà un pochino. Comunque, le carte le trovi di grane ruvide e lisce differenti, dipende sempre dalla marca. Se usi una cellulosa adatta per l'acquarello le varietà si riducono, ma son sempre più che buone per la tecnica che devi affrontare, non occorre per forza usare la supercarta 100% cotone.

Il pennello a serbatoio non è indispensabile, è solo un praticissimo strumento in più. Puoi benissimo usare economici sintetici molto morbidi oppure, se magari vuoi dare degli effetti particolari o hai bisogno di insistere un po' di più sui segni anche pennelli in setola ecc. Basta che ti ricordi di non stressare molto la carta con sfregature troppo insistenti o violente che potrebbe danneggiarsi, stessa cosa vale quando cancelli i segni a matita. ;)

Anche per fiele di bue e gomma arabica non c'è necessità agli inizi (io ad esempio non li ho mai usati se non per delle piccole prove), il fiele di bue ha più la funzione di "aggrappante", fluidifica di più i colori se vi è necessità e aiuta la coprenza oltre a dare (se eccedi nelle quantità) un aspetto scintillante al colore come se ci fosse della porporina. La gomma arabica, oltre a lucidare, non fa mescolare tra loro 2 colori adiacenti o sovrapposti quando sono ancora bagnati e anhce con questa, se eccedi, si hanno effetti collaterali, primo fra tutti le crepette nel colore.

Se usi matite colorate normali avrai il risultato che dici, forse il segno si sfalderà un pochino per effetto dell'acqua, ma sarà sempre visibile. Però puoi usare prima l'acqua e poi intervenire con le normali quando è asciutto, no?
Avatar utente
Zephyrine
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1215
Iscritto il: 19 lug 2011, 11:01
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 106 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Matite Acquerellabili

Messaggioda Cuorenero » 07 gen 2014, 18:01

Immagine molto dettagliata
Avatar utente
Cuorenero
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 24 set 2013, 10:36
Ha ringraziato: 35 volte
Stato ringraziato: 38 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Matite Acquerellabili

Messaggioda Zephyrine » 07 gen 2014, 23:22

Grazie, più che altro ho cercato di fare una sintesi dettagliata, di cose da dire ce ne sarebbero un'infinità. :)
Avatar utente
Zephyrine
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1215
Iscritto il: 19 lug 2011, 11:01
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 106 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0


Torna a Matite Colorate e Pastelli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron