Pagina 2 di 2

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 31 mag 2013, 08:05
da walter.cozzoli
P.Italia ha scritto:
walter.cozzoli ha scritto:vorrei usare una tecnica che mi permettesse di dipingere così.

A chi non piacerebbe!!??
walter.cozzoli ha scritto:vi renderete conto che non si tratta di usare bene il pennello a ventaglio

non credo di aver visto usare il pennello a ventaglio per il fogliame, a meno che come ogni tanto faccio, uso un tipo di pennello a ventaglio che ha non i peli ad arco uniforme ma da quest'ultimo escono fuori dei peli più lunghetti molto pratici sia per l'erba (non i fili singoli finali in luce, ma prati), che per le foglie scure sul retro di quelle in primo piano e di quelle in luce che per eventuali fogliettine tipo ulivi o come nella foto (bellissima!!) da te postata in alcuni rametti si vedono foglioline in successione.
Ma ho capito bene che ti piacerebbe in generale fare paesaggi di questo tipo, non copie identiche, altrimenti la difficoltà sarebbe davvero enorme! Il paesaggio in secondo piano e il prato dovresti arrangiarti bene, ma il fogliame e l'albero tutto in primo piano è un pò difficilotto!!


Se fosse facile non avrei chiesto il vostro aiuto sulla ricerca di informazioni.

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 31 mag 2013, 09:46
da grigio
walter.cozzoli ha scritto:
grigio ha scritto:Non ho documenti da suggerire, però spesso mi sono messo a studiare i paesaggi degli old masters, solo una cosa ho capito che per fare alberi così dettagliati si deve partire da tele di media grandezza. Ad esempio una 40x50 già sarebbe troppo piccola perchè le foglie vanno fatte accuratamente e non come semplici macchie di colore, lo stesso dicasi per rami e vegetazione varia.

Se guardi i Brughel . VEDRAI CHE FACEVANO DIPINTI IPERRELISTI DI PAESAGGIO Su una tavoletta 15x20

Ho trovato sul web alcuni landscape di Bruegel il vecchio, effettivamente hai ragione te. I fiamminghi erano pittori realisti e come hai detto te riuscivano a fare dettagli minuti su tele piccole. A tutt'oggi non ho trovato nessuna informazione su come facessero, e la cosa mi interessa moltissimo :|

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 31 mag 2013, 12:58
da Maria Elena
... e la cosa interessa a molti. Stavo pensando ... come vivevano, i materiali a loro disposizione ... rimangono solo (oltre ai quadri e biografie) i manuali sui quali scrivevano, come dipingevano, ecc. Certo il tempo all'epoca scorreva più lentamente rispetto al nostro, impiegavano molto tempo per dipingere un quadro, per non parlare degli affreschi.

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 31 mag 2013, 15:51
da sasadangelo
xSalvatore:
Si questo è il pittore formidbile di cui parlavo:
http://cs.wikipedia.org/wiki/Ivan_Ivano ... i%C5%A1kin

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 31 mag 2013, 18:04
da walter.cozzoli
Amici, se è possibile non inserite siti di pittori, ma solo informazioni sulle tecniche se le trovate. Altrimenti si riempe il thread di messaggi poco utili.

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 31 mag 2013, 18:42
da grigio
Ho visto su amazon alcuni libri proprio su Bruegel il vecchio, se compro qualcosa vi faccio sapere.

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 01 giu 2013, 05:55
da walter.cozzoli
grigio ha scritto:Ho visto su amazon alcuni libri proprio su Bruegel il vecchio, se compro qualcosa vi faccio sapere.

Attento, nei libri di Brughel ci sono solo immagini, ma niente per quanta riguarda la tecnica.

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 01 giu 2013, 09:09
da grigio
Infatti è questo quello che mi frena; questo è un pò il limite di comprare on line. Forse i testi che cerchiamo noi si trovano solo alle accademie di belle arti o alle facoltà universitarie specifiche.

Re: Paesaggistica come i Grandi Maestri

MessaggioInviato: 01 giu 2013, 09:34
da EnricoF
E' vero, è difficile trovare pubblicazioni sulla tecnica adottata dai grandi del passato, purtroppo se si trovano sono soltanto cenni.
Forse ti dico cose che già sai, ma penso che per realizzare il fogliame ci vorrà tanta pazienza e l'uso di pennelli adatti con numerazione direttamente proporzionale alla grandezza del soggetto e della tela (userei principalmente quelli tondi e a lingua di gatto piccoli). Il mio consiglio è quello di abbozzare con il colore, sopra un disegno dettagliato, le masse del cielo e del terreno. Successivamente dare prima un fondo con le terre al corpo delle piante e poi affrontare, come di solito consigli tu, un pezzo alla volta, la vegetazione, finirlo e procedere a completamento dell'opera. Usando un supporto liscio, non ci sarebbe neanche tanto colore da impiegare... Ma sappiamo bene che non è questo il problema! 8-) Purtroppo arrivati alla nostra età, e non siamo bacucchi, vorremmo trovare il sistema di saltare alcuni preliminari per poter produrre più velocemente le opere. Almeno a me capita così, e scusa se ti ho accomunato a me, ma visto che stai quasi ai quarant'anni di matrimonio, o pensato che siamo coetanei, più o meno. :P Ciao.