Pagina 3 di 3

Re: tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 08 apr 2012, 11:24
da salvatore
Ciao grafite, non avendo in negozio la carta di grafite, mi hanno appunto dato due parallelepipedi di grafite. Non sò però se è 6B. Non l'ho ancora usato.

Re: tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 09 apr 2012, 20:11
da grigio
Io uso sempre la normale carta copiativa per ora l'inchiostro non è penetrato in nessun dipinto, devo dire che effettivamente i segni sono troppo grassi.

Re: tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 04 ott 2012, 12:47
da lukk
paolo ha scritto:
walter.cozzoli ha scritto:Che differenza c'è tra un Episcopio e un Videoproiettore?


l'episcopio è un proiettore artigianale costruito partendo dalla teoria degli specchi di caravaggio, mentre un videoproiettore è un attrezzo piu professionale, ma sinceramente mi trovo meglio con l'episcopio perchè proietta bene la foto alla grandezza che desidero con una messa a fuoco manuale. il videoproiettore fa vedere le immagini a pixel e non mi piace.


buongiorno sarei intenzionato a comprare anch'io un proiettore
ho letto molto sull'uso della camera oscura da parte di Caravaggio e Vermeer e vorrei provare anch'io
facendo una prova inizialmente non vorrei spendere molto
ho trovato questo proiettore ma non so se può andare bene http://www.ebay.it/itm/ws/eBayISAPI.dll ... TM:IT:1123
altrimenti tu che modello di episcopio usi?
grazie

Re: tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 05 ott 2012, 12:33
da EnricoF
X lukk.
Io non riesco ad aprire la pagina del tuo link, e quindi non sono riuscito a capire la fascia di prezzo, ma se vuoi un consiglio cerca di aggiudicarti questo: http://www.ebay.it/itm/EPISCOPIO-PROIET ... 332wt_1397
Io ce l'ho uguale, e ti assicuro che funziona bene. Ma ci va fatta l'abitudine, le prime volte risulta difficoltoso. ;)

Re: tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 05 ott 2012, 14:20
da lukk
EnricoF ha scritto:X lukk.
Io non riesco ad aprire la pagina del tuo link, e quindi non sono riuscito a capire la fascia di prezzo, ma se vuoi un consiglio cerca di aggiudicarti questo: http://www.ebay.it/itm/EPISCOPIO-PROIET ... 332wt_1397
Io ce l'ho uguale, e ti assicuro che funziona bene. Ma ci va fatta l'abitudine, le prime volte risulta difficoltoso. ;)


grazie mille per l'informazione.
non ho ancora esperienza su strumenti di proiezione quindi ero incerto su un episcopio o un videoproiettore digitale come questo (spero questa volt ail link si legga) ma appunto chiedevo consigli a chi li ha già provati tutti e due magari.
http://www.ebay.it/itm/Mini-LED-VIDEOPROIETTORE-PROIETTORE-LCD-AV-Digital-w-USB-SD-17-60-Display-/280854857959?pt=Proiettori_e_Videoproiettori&hash=item41644108e7
si la fascia di prezzo di quello proposto va bene. si riesce ad usare con la luce nella stanza? e la risoluzione dell'immagine proiettata è nitida?
grazie

Re: tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 05 nov 2012, 16:46
da EnricoF
Scusami, la tua richiesta di notizie, è passata inosservata. La sto leggendo solo ora. Secondo me digitale o analogico è indifferente, ma che si possa accendere la luce è escluso, se non per una piccola solo per orientamento... Più è luminosa è la stanza, più diventa difficoltoso tracciare disegni sul supporto :shock:

Re: Tecniche iperrealiste di disegno iniziale a matita

MessaggioInviato: 06 nov 2012, 11:06
da grafite
io ho un videoproiettore epson da home video e a volte lo uso per prendere appunti sulle proporzioni. La resa proiettata è scarsa e pixelata ma sapendo disegnare offre abbastanza dati per ricostruire il disegno anche in modo accurato.

un proiettore LCD probabilmente è più preciso ...

se uno vuole ottenere definizioni maggiori forse è meglio usare un episcopio (a me non piace molto usarlo ma forse è perché quando disegnavo le favole sexy lo ho usato fino alla nausea ... :( ;)

Quando lavoravo come illustratore per la pubblicità a volte fotografavo il soggetto in bianco e nero e lo stampavo sottoesposto (molto chiaro) su carta fotografica per poi riprendere i colori ad aerografo e tempere schmincke, adesso si può far stampare a plotter su tela preparata, ho provato a stampare la foto come detto in precedenza su carta leggera e ad incollarla - come facevano nel settecento - sulla tela e poi a dipingerci sopra, funziona.

Se uno ha tempo il metodo migliore è quello di farsi stampare delle diapositive e di proiettarle con un vecchio proiettore da diapositive (ce ne sono anche da 14 euro)

tutti questi lavori vanno fatti al buio, più buio è e meglio è ...

E poi, al buio non ti vede nessuno :P :P :P