Pagina 2 di 3

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 23 ott 2013, 19:14
da Vagabondo
Da troppi anni sono abituato cosi' ...le abitudini sono difficili da cambiare...comunque grazie per le indicazioni!

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 07 nov 2013, 21:36
da tracolcino
Non so fino a che punto possa essere utile ma ieri sono andato a farmi tagliare i capelli da una parrucchiera (perché spendo meno: lavatura e taglio soltanto 10 euro). Su di una mensola ho visto alcune testine con parrucca di quelle che usano per gli esami di taglio e acconciatura per parrucchiere. Intravedendo la possibilità di poterne avere una per esercitarmi nel disegno, abbiamo fatto uno scambio: lei mi ha dato una testina e io le ho promesso un ritratto di suo figlio da eseguirsi a matita, sanguigna od altro.
Pensate che il ritrarre la testina che mi ha dato la signora possa essere un esercizio valido? Se no , perché? Se si, quali limitazioni ci vedete?

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 08 nov 2013, 10:23
da grigio
Io lo ritengo valido per studiare i valori tonali di un volto a seconda di come lo colpisce la luce. Si potrebbero fare degli esperimenti in una stanza buia con una sola fonte luminosa posta in varie angolazioni. Ma anche esercitarsi nel disegno dal vivo anche se una statuina non ha l'espressività di un volto umano, ma di certo aiuta.

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 08 nov 2013, 15:10
da sasadangelo
Pensate che il ritrarre la testina che mi ha dato la signora possa essere un esercizio valido? Se no , perché? Se si, quali limitazioni ci vedete?


Si potrebbe essere un valido esercizio. L'unico limite che vedo, che è grande però, è l'effetto "bambolina".
E' quel classico effetto in cui non c'è solidità del viso, tutto è sfumato facendo sembra il viso come quello di una bambolina appunto.
Io dico, sempre che "l'effetto bambolina" è tra i peggior difetti di un Ritratto. Perchè? Perchè graficamente può sembrare anche accettabile ... ma non lo è, e un professionista lo biasimerebbe.
E' una mia personalissima opinione, ovviamente.

PS
Vedo più utile fare esercizi così: https://smartflix.com/store/video/3762/ ... ortraiture
così da prendere coscienza con i piani facciali. Magari prima fatti in bianco e nero, poi a colori e poi cercare di trasferire questi concetti in un vero ritratto.
Anche questa è una mia personalissima opinione.

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 15 mar 2014, 12:09
da Vagabondo
Eppure si esiste anche questo: uno strizza tubetti per i piu' parsimoniosi.
scorrete la viosione delle foto partendo dalla terza l'inserimento di esse sono al rovescio,ma tanto si capisce

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 15 mar 2014, 13:10
da el buitre
Bella cosa :D

Posto anche io un aggeggio fatto da me, magari e' utile a qualcuno :shock:
Sitratta del sistema che sostituisce la tavolozza quando lavoro in studio. In plen air ovviamente uso le tavolozze in legno classiche.
Sono lastrine di vetro quadrate tutte uguali (ne ho parecchie) del tipo che ha una faccia bianca traslucida. Si possono fare tagliare da un vetraio, hanno il vantaggio di essere piu' leggere della tavolozza ma soprattutto di poter essere ripulite molto piu' facilmente anche con il colore (colpevolmente) lasciato seccare sopra.
Poi ho costruto una piccola rastrelliera per tenerle sul tavolino. In pratica ho una tavolozza molto grande perche' e' data dalla somma di tutte le lastrine che ci stanno impilate dentro.

Va beh non sara' romantica, ma e' pratica :mrgreen:

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 15 mar 2014, 17:36
da Cuorenero
ottima questa rastrelliera multi tavolozza , cosi si ottiene molto spazio e facile da pulire.

Non avevo mai visto no schiaccia tubetti cosi :D io pure sono parsimonioso ma mi limito al bordo del tavolo per tirare il colore dal fondo

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 15 mar 2014, 19:13
da Zephyrine
Bella l'idea del porta tavolozza, io non ho mai usato tante tavolozze tutte assieme. :D
Gli spremi tubetti che avevo visto in passato erano come gli apriscatole quelli con una piccola asta metallica su cui si fissa il bordo del tubetto e poi si arrotola, ma sinceramente è un attrezzo di cui non ho mai sentito la necessità.

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 21 mar 2014, 13:15
da Vagabondo
Una cosa importante per tutti coloro che dipingono ,e' la pulizia dei pennelli ,spesso si vedono bravissimi pittori che usano pennelli
incrostati di pittura secca anche nel manico.Ritengo che questo sia un errore, specialmente per quegli artisti che presi dalla concentrazione mettono in bocca il manico del pennello inconsapevolmente.I pennelli sono verniciati dalle case produttrici proprio per questo motivo,e devono essere lavati con sapone anche nella parte verniciata.Per il cavalletto che si usa in casa vale la stessa regola,piu' per una questione di estetica e buon gusto.
Io sono solito pulire di tanto in tanto le macchie di colore nel cavalletto con un batuffolo di cotone e alcool
P3200014 (600x450).jpg
P3200014 (600x450).jpg (248.63 KiB) Osservato 1322 volte

P3200012 (500x476) (300x286).jpg
P3200012 (500x476) (300x286).jpg (119.21 KiB) Osservato 1322 volte

Re: Attrezzi e materiali utili

MessaggioInviato: 21 mar 2014, 16:31
da el buitre
Condivido la raccomandazione di Luca per la cura dei pennelli ed aggiungo che la pulitura del pennello va sempre fatta, anche usando pennelli di prezzo economico. Questo per motivi legati ad una buona pratica pittorica ed anche per garantire la sicurezza e le condizioni igieniche migliori.

Per l'attrezzatura pesante, tipo cavalletto, piani di lavoro etc. puo' andare bene anche l'acetone oltre all'alcool.

Qui trovate nella pagina del portale W&N, un ottimo vademecum su salute e sicurezza legata all'uso dei materiali pittorici, in italiano:

http://www.winsornewton.com/centro-riso ... sicurezza/

Ogni "trovata" che ciscuno puo' ideare dovrebbe sempre tenere conto di queste regole molto semplici ma rigorose, mi riferisco ad esempio alle postazioni di lavoro e accrocchi vari, che debbono essere facilmente ripulibili ed anche ai metodi di conservazione dei colori al di fuori delle confezioni originali (tubetti).
L'uso di solventi vari, indispensabile in pittura, comporta in particolare la necessita' di aerare l'ambiente in maniera efficace. Spesso si trascura questo aspetto; posto una fotografia dell'aeratore che ho installato nel mio atelier. Non significa che questo attrezzo sia indispensabile a tutti ovviamente, ma se l'attivita' pittorica e' a tempo pieno e si vive per molte ore tutti i giorni nello studio, diviene indispensabile. Quindi una finestra ampia con la possibilita' di creare contraria con un altra e' da considerare una misura MINIMA di sicurezza per tutti gli ambienti ove si dipinge anche per poche ore alla settimana.

Alessandro

Alessandro