Pagina 2 di 2

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 24 feb 2014, 14:55
da Cuorenero
Zephyrine ha scritto:@ Cuorenero - con il fissativo dovresti già trovarti una superficie adatta, dovrebbe comportarsi come un buon turapori.


Ormai sono partito :D , leggermente più assorbente ma per questo quadro in particolare credo che va bene poi vi faccio sapere , grazie ;)

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 24 feb 2014, 17:14
da SIMONE
giusto per sapere....
ma dovendo continuare a dipingere con olio o acrilico sulla tavola non preparata cosa succede?
il colore non tiene? in futuro può crepare?

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 24 feb 2014, 19:09
da Zephyrine
La preparazione del supporto serve a rendere più agevole l'applicazione della pittura. Su una tavola non preparata ti potresti ritrovare una superficie troppo assorbente e la continua comparsa della peluria del legno che ti ostacolerà la pennellata e ti renderà la superficie ruvida. Rischi di tenuta o di crepe credo ce ne siano in base allo spessore, ai medium ed a tutto quel che vai a mischiare nei colori, in questo caso non dipende dalla superficie, fosse stata liscia magari la tenuta sarebbe stata compromessa, ma essendo ruvida, mi sa che tiene ancora di più.

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 25 feb 2014, 01:38
da Cuorenero
si ma tiene anche di più, la pittura penetra nelle fibre è si aggrappa per bene, nello stesso tempo si assorbe per bene l'olio, letteralmente se lo mangia è rende i colori poco vivi, si deve lavorare con una passata carica d'olio (o altro medium) in modo da far "bere" il supporto ma se si mette troppo olio ad esempio non si può lavorare bene grasso su magro , con l'acrilico ce molto di meno questo problema per il fatto che asciuga molto prima e che il supporto si tira l'acqua rimanendo solo i colori , nel mio caso fortunatamente il panello è molto liscio e non mi rimane "pilucchi" sul pennello o "polvere" ma la pennellata non è agevole
La prossima volta ci sto attento :D , devo fare il lavoro due volte :x

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 26 feb 2014, 08:58
da SIMONE
grazie ragazzi,
ma quindi per l'acrilico potrei anche dare una campitura completamente bianca per "combattere" la tonalità scura del legno e lavorarci così...

ovviamente per creare un quadro andrei di vinavil+acqua ma chiedo perché devo colorare dei particolari di una culla in legno:
ora li ho staccati e passato la cartavetrata molto fine giusto per eliminare la vernice trasparente che avevano; sono 3 modulini (un orsacchiotto, un trenino dei birilli...mi pare :? ) ciascuno di circa 10cm quadrati..che poi ri-incollerò alla culla.

secondo me potrei evitare di trattare con la vinavil, voi che dite?

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 26 feb 2014, 10:05
da Zephyrine
Per oggettini così piccoli, ti basterebbe una mano di acrilico, 2 se senti che i peli del legno si sono alzati e carteggiando la precedente, oppure una mano di vinavil+acqua e se vuoi proprio essere precisissimo puoi fare lo stesso lavoro anche nel retro come per una tavola normale. Una base detta turapori è quasi sempre necessaria per i motivi detti precedentemente, se poi vuoi ottenere un effetto più "rustico", allora puoi anche evitare questo passaggio. Io uso quasi prevalentemente tinte lavabili per i muri (opache e più aggrappanti) e la fase vinavil+acqua la sostituisco quasi sempre con un paio di mani più diluite di tinta così mi trovo già una base colorata alla bisogna.

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 26 feb 2014, 17:54
da Cuorenero
una culla per bimbi , io ci passeri solo l'acrilico molto diluito con un po di vinavil è poi ci lavoro , l'acrilico sotto questo aspetto è molto diverso dall'olio , l'acrilico casalingo si fa con pigmenti e vinavil fai un po tu ;)

cmq vi consiglio molto vivamente di trattare almeno con il vinavil i pannelli , il quadro che sto facendo per non aver passato un po di vinavil il colore ad olio anche se diluito il pennello non sfila per niente e ci devo lavorare con molto colore per coprire come ho scritto su se lo "beve"


@Zephryne usando la lavabile (parli quella del muro normale o acrilica) come base come i comporta l'olio non diventa troppo assorbente , con l'acrilico so va bene mai provato con l'olio

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 26 feb 2014, 19:32
da Zephyrine
La lavabile per i muri la uso solo per l'acrilico e non ci sono problemi. A scuola la usavamo anche come fondo per l'olio ed era un ottima alternativa al più costoso gesso acrilico. Poi, se uno già possiede degli acrilici ed ha anche intenzione di realizzare un prodotto di "qualità", io eviterei di farmeli con vinavil e pigmenti per i motivi già detti in passato su questo forum.

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 27 feb 2014, 01:24
da Cuorenero
per questo dicevo casalinghi , logico di qualità ci vuole la resina acrilica è farli con quella non vale il costo , se uno li ha usi quelli :D ,
però non ho capito usata al posto del gesso acrilico la lavabile acrilica assorbe di più il supporto o perché acrilica diventa "plastico",

Re: Che faccio

MessaggioInviato: 27 feb 2014, 09:10
da SIMONE
perfetto, grazie ragazzi per i consigli! ;)