Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Questo è uno spazio dove gli utenti possono discutere di tutto ciò che desiderano anche se non inerente al Disegno e alla Pittura. Tutte le discussioni Off Topic possono essere discusse qui.

Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda sasadangelo » 06 dic 2011, 13:38

Il giovane deve prima imparare prospettiva; poi le misure d'ogni cosa; poi di mano di buon maestro, per assuefarsi a buone membra; poi dal naturale, per confermarsi la ragione delle cose imparate; poi vedere un tempo le opere di mano di diversi maestri; poi far abito a mettere in pratica ed operare l'arte.
Leonardo Trattato di Pittura
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda danielap » 06 dic 2011, 17:27

Non so se ho inteso bene questo spunto di discussione....
Che vuoi dire salvatore, con "programma di studi" del forum? :?:
Che bisognerebbe seguire i precetti di leonardo? Che in questo forum vorresti che ne fossimo almeno consapevoli?

Ho notato più volte qui il riferimento (inevitabile) a Leonardo....
un (giustissimo) riconoscimento ad un maestro come Leonardo...
Leornardo era un genio!

Ma dico la mia...

Io credo che la creatività si esprima in tanti modi! e chi crea arte, se è di questo che parliamo, può vedersi come una sorta di "mezzo", espressione di se stesso e anche del suo Tempo.
Credo che chi crea arte spesso (anche se non sempre) si rivolga al prossimo sperando di suscitare qualche cosa che lo aiuti a raggiungere a sua volta profondità interiori.

Se un artista si sente in grado, ad esempio, di tramettere gioia e volesse provarci anche istintivamente, senza seguire alcun programma, per me non sbaglia.
E se è giovane, poi, è ancora meglio!

Io lavoro nella ricerca scientifica. L'osservazione, lo studio, l'applicazione di tutto ciò - con più o meno buoni risultati - sono la mia vita.
E' ovvio che quella persona non posso essere io. Ci provo, ma non ci riesco.
Ma non mi dispiace pensare che ci siano altri modi...
Forse addirittura si potrebbe dire che è quasi un obiettivo vitale per me... :D

E ponendomi da "utente", e non da artista, riconosco anche forme d'arte improvvisate che non mi hanno deluso!

Non so se sono andata Off Topic!
Ci ho provato :D
ciao!
Avatar utente
danielap
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 373
Iscritto il: 08 ott 2011, 11:37
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 11 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda sasadangelo » 06 dic 2011, 17:55

Ciao,
questo è proprio il forum dell'off topic. Si chiama "Tutto ciò che ti viene in mente ...".
Mi era venuta in mente quella frase di Leonardo per motivi non legati al forum e alla pittura. E' una frase molto importante perchè in sintesi ti dice: "prima di correre, impara ad alzarti, poi a camminare e forse un giorno potrai correre". Pensavo a come Internet ci porti spesso a voler subito correre ... mentre sarebbe il caso di cominciare ad alzarci in piedi prima.
D&P nacque per caso, non volutamente. Quello che volevo era un sito dove i sofismi accademici, le chiacchiere a vuoto di cui sono pieni i libri d'arte fossero sostituiti da persone che sappiano sporcarsi le mani. Credo di essere riuscito in quest'intento. Vedo tante persone sul forum che con umiltà hanno voglia di imparare. Alcuni esperti che si mettono in discussione e sono disposti anche loro ad imparare. Tutto ciò è estremamente positivo. Quindi quella frase rispecchia un pò quello che facciamo tutti sul forum.
Tutto qua.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda danielap » 06 dic 2011, 18:11

io veramente provo piacere in tutto: nelle chiacchiere a vuoto (per quel che riesco a dire, visto che sono curiosa come una scimmia, ma di una ignoranza mostruosa), così come adoro sporcarmi le mani! :D
secondo me tutto è troppo divertente... sia tentare di capire sofismi accademici che riempire casa di puzza di trementina....

e secondo me anche nel forum è simpatico ogni tanto tentare di parlare di tutto, basta che sia un discorso nostro, non da libro stampato: ci ho provato anche qui, parlando di quello che mi aveva ispirato una mostra.

a parte ciò, che sto divagando, la frase di Leonardo e anche il tuo commento, riportano al fatto che - se prima di correre devo imparare ad alzarmi - nell'arte, in particolare, ciò significa dover seguire comunque un approccio didattico-sperimentale, insomma appunto un Programma di Studi.
Mi piace invece appunto pensare che c'è chi, pur non avendo mai imparato una prospettiva, in modo istintivo crei opere d'arte che trasmettano emozione.

questo volevo dire!
ciao ciao
Avatar utente
danielap
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 373
Iscritto il: 08 ott 2011, 11:37
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 11 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda grigio » 06 dic 2011, 18:49

Ciao Sasà,
mi ritrovo molto nelle parole del grande Maestro. Basti pensare che Durer nonostante fosse già un affermato pittore e incisore venne in Italia per vedere i grandi maestri e quando tornò in Germania fece molte opere ispirate agli italiani. Questo per dire come è importante apprendere ad ampio spettro.
Avatar utente
grigio
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 31 mag 2011, 09:14
Località: Prov. di Caserta
Ha ringraziato: 43 volte
Stato ringraziato: 48 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda Pinturicchio » 06 dic 2011, 21:46

- - - ma per la pittura e il disegno in generale, la migliore scuola è la continua pratica e devo dire che di questo, sia probabilmente per disponibilità di tempo che per talento naturale, Walter la sa lunga, avendoci oramai abituato a vedere finito un quadro a settimana !
Umberto
Si può essere felici solo se si è pittori
Joaquín Sorolla
Pinturicchio
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 664
Iscritto il: 09 apr 2011, 13:15
Ha ringraziato: 3 volte
Stato ringraziato: 17 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda sasadangelo » 06 dic 2011, 23:39

concordo
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda grafite » 07 dic 2011, 18:13

danielap ha scritto:...Mi piace invece appunto pensare che c'è chi, pur non avendo mai imparato una prospettiva, in modo istintivo crei opere d'arte che trasmettano emozione.

è una vecchia questione, secondo me con questo approccio si finisce in un vicolo cieco: "Tutto è arte, niente è arte"
all'inizio del secolo scorso abbiamo assistito ad un salutare periodo di feconde provocazioni, poi, anche la provocazione è diventata accademia e adesso quasi ti devi giustificare se fai un po' di sana e onesta pittura realista o figurativa.

Per tornare al tuo discorso, ho sempre trovato strano questo atteggiamento, per fare un esempio musicale: se qualcuno decidesse di "esprimere se stesso" con la musica, si comprasse un sassofono e cominciasse a starnazzare "artisticamente", troverebbe ben pochi estimatori indulgenti e ai suoi "concerti" si precipiterebbero solo un paio di carabinieri per sequestrargli il "mezzo espressivo" e ripristinare la quiete pubblica. Mi ha sempre indispettito che lo stesso trattamento oltre che all'inquinamento sonoro non venga riservato all'inquinamento visivo provocato da certe croste.
Purtroppo viviamo in un epoca successiva all'avvento di andy warhol e della sua POP Art che è riuscito a spacciare il concetto secondo cui "tutto è arte, basta che sia vendibile e se possibile riproducibile o almeno veicolabile attraverso i mass media. Ovviamente gli speculatori, gli stessi che stanno mettendo in ginocchio l'economia mondiale con i loro giochetti e i loro titoli tossici su questo sistema ci si sono buttati a pesce. La propaganda si è messa a fare il suo lavoro e le collezioni d'arte sono piene di titoli tossici. Bisogna portare pazienza, prima o poi l'ubriacatura passerà, un po di gente sarà rovinata dagli investimenti sbagliati e qualche critico o direttore di museo verrà licenziato. Poi si ricomincerà a ragionare ...
Alessandro Pedroni
http://www.alessandropedroni.com - http://www.circolodarti.com
workshop, lezioni e corsi di disegno e pittura a Cagliari o via web
Avatar utente
grafite
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 787
Iscritto il: 05 apr 2011, 08:17
Località: Cagliari
Ha ringraziato: 30 volte
Stato ringraziato: 81 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda Ricuccio » 07 dic 2011, 21:43

Sono completamente d'accordo con Grafite.
Vorrei solo aggiungere che "Arte" è qualsiasi attività creativa che inizia con l'apprendistato, continua con l'artigianato e per qualcuno, per pochi particolarmente dotati, finisce con la vera e propria creazione "Artistica". A questo livello tutto, anche gli esperimenti più audaci, diventano "Arte" non fosse altro per il fatto che si è creato, o meglio è stato creato, un mercato che ha valorizzato le opere di quell'autore. Ma la creazione di questo mercato, a meno di casi particolarmente scandalosi e per ciò stesso effimeri, presuppone sempre come sottofondo il graduale passaggio attraverso i vari stadi: apprendistato, faticosa e seria attività, progressivo miglioramento dei propri mezzi espressivi, anche attraverso audaci sperimentazioni.
Questo non vale solo nella pittura, ma in tutte le attività creative: arredamento, moda, edilizia e via dicendo.
Avatar utente
Ricuccio
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 apr 2011, 20:30
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 10 volte
Contributo: n/a
Bonus: 9

Re: Il Programma di Studi di Disegno&Pittura

Messaggioda danielap » 07 dic 2011, 22:22

ciao, stavo per rispondere a grafite, ma leggo ora anche il commento di ricuccio che è della stessa opinione.....

vi ringrazio intanto di aver seguito il mio ragionamento...

mi rendo conto quanto per molti, grafite in particolare, che mi pare di aver capito che lavori nella didattica artistica, questo sia un ragionamento noto, sentito più volte.
però di fatto è vero che quando uno capisce, nella musica ad esempio, di non essere mozart, poi questi problemi se li pone...
è vero: in quasi tutte le forme artistiche, un percorso didattico ti da gli strumenti! e devi seguirlo!
però poi, se vogliamo fare altri esempi, ci sono libri scritti da ... acc.. non ricordo quale autore di fantascienza (forse DIck? ....) che scriveva un libro al giorno (e che libro!);
e poi .... scusate, purtroppo non ricordo i nomi e non voglio ora "googlare"... una volta ho letto che un autore giapponese che adoravo, passava ore ed ore a ripensare ogni singola frase.
ed era ovviamente eccellente!

Insomma....
quando una persona pensa che ha molto da esprimere, ma nella vita fa tutta altra cosa, a mio avviso vorrebbe praticare quella forma d'arte che crede possa venirgli spontanea....

poi invece si scontra con le cose orribili che crea, che vanno in tutta altra direzione rispetto a quelle che vorrebbe fare.

E allora?
Bè, umilmente, si adatta a imparare.
E' giusto!

Però, scoprire che l'approccio che devi seguire, richieda un impegno non è diverso da quello che si applica ad impegni, ad esempio, di tipo professionale, un po' fa pensare....

Bisogna crederci!
bisogna sperare che, appunto, pur non essendo mozart, si abbia il diritto di provarci!

E bisogna sperare che prima o poi si riuscirà ad esprimere davvero ciò che veramente si ha dentro..

Ricuccio: è bella la tua interpretazione che Arte in fondo è ... tutto ciò che si crea;
purchè, in pratica, ci si impegni sul serio atrraversando graduali passaggi attraverso vari stadi, magari anche sperimentando! interessante! :)
Bisogna tenerla a mente e avere fiducia.
;)
ciao!
daniela
Avatar utente
danielap
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 373
Iscritto il: 08 ott 2011, 11:37
Ha ringraziato: 12 volte
Stato ringraziato: 11 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Prossimo

Torna a Tutto ciò che ti viene in mente ...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite