Marche e serie dei colori

Questo è il forum dedicato alla Pittura ad Olio. Tutti temi inerenti a questa tecnica pittorica sono discussi in questo forum.

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda palladium » 07 giu 2012, 19:39

Il Blu ceruleo (Serie 8) della Mussini da 35 ml in Italia si trova a 56,80 € mentre in Germania si può acquistare a 46,15 €.
Palladium
Avatar utente
palladium
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 117
Iscritto il: 24 mar 2012, 20:08
Località: Tarquinia
Ha ringraziato: 17 volte
Stato ringraziato: 51 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda grigio » 08 giu 2012, 09:23

Ciao palladium, dove acquisti in Germania? immagino sia un negozio on line.
P.S. ho visto i tuoi dipinti, sono bellissimi.
Avatar utente
grigio
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 31 mag 2011, 09:14
Località: Prov. di Caserta
Ha ringraziato: 43 volte
Stato ringraziato: 48 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda palladium » 08 giu 2012, 10:51

Ciao Grigio

molto probabilmente contravverrò ad una delle regole del Forum ,ma con questi tempi che corrono, cosa altro possiamo fare per alimentare il nostro fuoco?
Chiedo Perdono !!!

Il sito é http://www.petersart-shop.de (i prezzi più bassi del Web) e sono in attesa di una risposta per sapere a quanto ammontano le spese di spedizione.
Considera il fatto che comprare solo un colore potrebbe risultare non conveniente per le spese di spedizione.

Il secondo prezzo che ho indicato lo trovi su http://www.poggi1825.it negozio italiano di Roma.
Valuta tu.

Non so se conosci della Schmincke i Norma Professional che sono i Top di Gamma della linea olio a prezzi molto aggressivi.
Il Blu di cobalto ceruleo da 35 ml (circa 37 ml in tubetto) sul sito http://www.doityourselfshop.de (vende anche su Ebay) e lo trovi a 7,95 €, e sui Norma Professionale ha i prezzi migliore del Web. Per importi superiori a 250 € non paghi le spese di spedizioni e puoi avere uno sconto del 5% sul prezzo finale se fai la contrattazione diretta con il sig. Jens Tom - Jens.Thom@farben-viertl.de (persona cordiale e pragmatico, come tutti i tedeschi).
Come avrari notato sono un cercatore di prezzi, spero che ti sia stato di aiuto e se cerchi altri materiali saprò dirti dove trovarli a buon prezzo.

La cosa vale per tutti!!
Palladium
Avatar utente
palladium
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 117
Iscritto il: 24 mar 2012, 20:08
Località: Tarquinia
Ha ringraziato: 17 volte
Stato ringraziato: 51 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda sasadangelo » 09 giu 2012, 20:55

molto probabilmente contravverrò ad una delle regole del Forum ,ma con questi tempi che corrono, cosa altro possiamo fare per alimentare il nostro fuoco?
Chiedo Perdono !!!


No problem. Tutto ok. Credo siano informazioni utili x tutti noi. Grazie.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda grigio » 10 giu 2012, 09:01

Grazie Palladium, molto gentile, mi strudierò la situazione.
Avatar utente
grigio
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 31 mag 2011, 09:14
Località: Prov. di Caserta
Ha ringraziato: 43 volte
Stato ringraziato: 48 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda vasco » 18 giu 2012, 08:33

Ciao a tutti.Io al negozio che mi servo ho trovato il blu ceruleum della maimeri artist da 20 ml a 5,00 € ,e della W&N da 37ml a 10,00€ mi sembrano prezzi buoni.
//www.flickr.com/photos/95465114@N02/
vasco
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 622
Iscritto il: 10 lug 2011, 20:53
Ha ringraziato: 27 volte
Stato ringraziato: 41 volte
Contributo: n/a
Bonus: 3

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda palladium » 19 giu 2012, 22:34

Prendo spunto da Vasco e mi pongo una domanda cosa mi porta a scegliere un colore per la mia tavolozza? Le risposte possono essere molteplici e le più variegate, non per ultima il prezzo.
Ad esempio se dovessi scegliere tra un Blu Ceruleo della Maimeri Artisti e della Winsor&Newton quali tra i due sceglierei? Potrei dire che l'uno vale l'altro é un Blu Ceruleo e per giunta hanno più o meno lo stesso prezzo.
Una delle cose a cui non pensiamo è cosa succede quando lo misceliamo con gli altri colori della nostra tavolozza? Qui cominciano i dolori se ci aspettiamo che la scelta di uno o dell'altro possa facilitarci il lavoro in tal senso. Sostanzialmente i due prodotti sono diversi l'uno dall'altro potrei direi quasi agli antipodi.
Ma veniamo a noi, nelle tabelle indice colore il Blu Ceruleo (non prendiamo in considerazione le varie imitazioni) è formato dal pigmento PB35 Stannato di Cobalto prodotto dalla reazione di Calcinazionedi una miscela di Ossido di Cobalto e Stagno puà inoltre contenere Ossido di Alluminio, Ossido di Ferro e Ossido di Nichel come modificatori per regolare la tonalità del colore e altre proprità. Alto potere coprente.
A questo Pigmento appartengono le seguenti marche di colore ad olio (monopigmento):

- Art Spectrum Professional Oil
- Blick Artist
- Daler Rowney Artist
- Grumbacker Max Artist Oil - Grunbacker Pretested Oil
- Holbein Artist Oil
- Old Holland Classic Oil
- Schmincke Mussini
- Sennelier Extrafine
-Talens Rembrandt
- Van Gogh Oil
- Williamsburg
- Winsor & Newton Artist

In queste altre marche di colori ad olio etichettate come Blu Ceruleo (monopigmento) é presente il PB36 (pigmento più economico del PB35 il che non ne giustifica in parte il prezzo) Cobalto Cromite prodotto dalla calcinazione di Ossido di Cobalto, Ossido di Cromo e Ossido di Alluminio. Anche qui possono essere presenti Ossido di Zinco, Ossino di Magnesio, Biossido di Silicio, Biossido di Titanio e Biossido di Zirconio per regolare la tonalità. Queste sono:

- Blockx
- Old Holland Classic - Cerulean Blue Deep
- M Graham
- Maimeri Artist Oils
- Maimeri Puro
- Michael Harding
- Mir Artist
- Shiva Signature Oils
- Williamsburg - Cerulean Blue French

Un'altra importante differenza tra i due schieramenti che potrà condizionare la nostra scelta, è il valore di Hue, Chroma e Value dei vari prodotti.
Per capire meglio la questione vi rimando al seguente link https://www.dropbox.com/sh/n4rgr9hhcggriy6/YlpxJrU4Qp qui trovate una Ruota Colori divisa in 72 Settori che rappresentano le Hue a sua volta la Ruota è divisa in 10 cerchi concentrici che rappresentano il Chroma nello spazio colore sono indicate le posizione che ogni prodotto analizzato dovrebbe occupare, e a fianco al nome abbiamo il Value ( a noi note come tono). Per meglio visualizzare la parte tonale ho allegato le immagini dei settori che vanno dal 39 al 50 per meglio comprendere la loro collocazione.
Come si può notare i Blu Cerulei spaziano dal settore 39 con lo Shiva Chroma 9 Tono 1 al Maimeri Puro Settore 50 Crhoma 3 Tono 3 il primo più vicino ai verdi il secondo ai viola (forse per una presenza in eccesso di Ossidi di Ferro?). Vi ricordo l' importanza del valore di Crhoma.
Ritornando invece alla questione iniziale riguardo al Blu Ceruleo della Maimeri Artisti Crhoma 4 Tono 3 e della Winsor & Newton Crhoma 9 Tono 4, è chiara l'affermazione fatta all'inizio: due prodotti agli antipodi.
Cosa secondo me essenziale è scegliere la Hue che più si avvicina al nostro modo di impostare la nostra tavolozza e nel modo di come siamo abituati a mescolare i colori.
Poi se vi verse una Hue di Blu Ceruleo utilizzate la ricetta che ha detto l' esimio Marco Fenocchio in un'altro topic a costi decisamente minori e con i stessi risultati.

Spero di non avervi annoiato e/o scritto baggianate o di avervi incasinato la testa.

Saluti

P.S. Cosa avrei scelto? Winsor & Newton Artist, Schmincke Norma Professional, Van Gogh, per prezzo valore di Crhoma e Hue (posizione centrale tra i settori del Blu).
Palladium
Avatar utente
palladium
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 117
Iscritto il: 24 mar 2012, 20:08
Località: Tarquinia
Ha ringraziato: 17 volte
Stato ringraziato: 51 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda daria cestari » 01 set 2012, 16:52

Io ho gia' acquistato i colori della Mussini dalla ditta Poggi e devo dire che i prezzi sono buoni, rispetto a quelli della mia citta'. Ora sto ordinando alla ditta Gino Ramaglia.it , gli stessi colori costano decisamente meno. Se vi interessa andate a vistare il sito, hanno di tutto
daria cestari
Utente
Utente
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 07 lug 2011, 06:56
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda Marco Fenocchio » 01 set 2012, 18:57

Secondo me, il problema del rifornirsi di colori sta nell'esagerato assortimento di tinte che le ditte mettono sul mercato. La maggior parte di questi colori sono superflui, creano confusione ai principianti ma anche a chi è già pratico. Nei tubetti ci sono sempre di più miscele di coloranti organici sintetici che potrebbero mutare nel tempo e sempre di meno i pigmenti tradizionali di provata stabilità (è anche vero che alcuni colori storici non erano granchè stabili come l'Azzurrite). Inoltre costano più di quello che valgono. Ci fosse una ditta che vendesse i colori tradizionali veri, non c'è. Ho il sospetto che tutti i produttori di colori si riforniscano dalla stessa fonte.
Marco Fenocchio
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 369
Iscritto il: 10 lug 2011, 18:09
Ha ringraziato: 29 volte
Stato ringraziato: 31 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: Marche e serie dei colori

Messaggioda gianartista » 15 mar 2013, 01:43

Marco Fenocchio ha scritto:Secondo me, il problema del rifornirsi di colori sta nell'esagerato assortimento di tinte che le ditte mettono sul mercato. La maggior parte di questi colori sono superflui, creano confusione ai principianti ma anche a chi è già pratico. Nei tubetti ci sono sempre di più miscele di coloranti organici sintetici che potrebbero mutare nel tempo e sempre di meno i pigmenti tradizionali di provata stabilità (è anche vero che alcuni colori storici non erano granchè stabili come l'Azzurrite). Inoltre costano più di quello che valgono. Ci fosse una ditta che vendesse i colori tradizionali veri, non c'è. Ho il sospetto che tutti i produttori di colori si riforniscano dalla stessa fonte.


Sul fatto che ci siano troppi colori assortiti ti do ragione.
Sul fatto che gli odierni colori sintetici siano meno stabili di quelli degli antichi ho qualche dubbio.
Il bianco di piombo ad esempio era un colore tossico ed ingialliva rapidamente.
Molto meglio il il bianco di titanio.
La stessa cosa vale per il giallo di napoli.
Anche il classico rosso vermiglione al cinabro era tossico e non stabilissimo.
E' stato sostituito con pigmento organico più luminoso e stabile.
E' comunque necessario rivolgersi a case di comprovata serietà come Harding, Hold Holland,ecc.
gianartista
Utente
Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 02 nov 2011, 02:25
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 2 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

PrecedenteProssimo

Torna a Pittura ad Olio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti