Pagina 2 di 2

Re: Imprimitura: problemi di adesione.

MessaggioInviato: 16 giu 2013, 22:43
da sasadangelo
alla tela "vecchia", quella con la striscia refrattaria, ho dato due mani di vinavil-acqua-gesso (nell'ultima mano ho diluito un pò di bianco a guazzo per avere più coprenza) e ora è bella bianca e liscia. è venuta un'imprimitura un pò spessa ma ho stressato la tela per bene e non si è crepata.


Potresti fare una prova per me. Premi da dietro con il pollice e dimmi se si creano fessure.

la tavola in compensato ha apprezzato l'imprimitura con vinavil-acqua-gesso-bianco guazzo. l'ho tirata con molta facilità e ho dato 3 mani, ma ho notato che si è imbarcata leggermente(compensato da 1cm): forse dovrei dare un paio di mani anche sul "retro"?


Il problema dell'imprimitura su tavola porta a farle imbarcare. Soprattutto se MDF o affini. Il trucco è di prendere uno spruzzino e bagnare il retro prima di cominciare a stendere l'imprimitura dall'altro lato. Così umidità sotto e sopra e sei a posto. Influisce anche la dimensione della tavola. Ad esempio, per un 40x50 o 50x70 usa una tavola di spessore 5 o 6 mm. Man mano che aumenti cerchi spessori più grandi.

Re: Imprimitura: problemi di adesione.

MessaggioInviato: 16 giu 2013, 22:48
da Gaiden
Editato per non incrementare chiacchericcio

Re: Imprimitura: problemi di adesione.

MessaggioInviato: 17 giu 2013, 08:11
da vasco
Zephyrine ha scritto:@ Salvatore - non sei affatto insistente, però secondo me, se vogliamo tenere conto anche di garantire una durata ai nostri lavori, sarebbe sempre meglio adottare un metodo classico e ben rodato, senza creare miscugli particolari. Ovvio che certi miscugli potrebbero funzionare meglio dei classici, ma non ne abbiamo la sicurezza. Per il resto vale tutto quello che hai già scritto e grazie per aver risposto alla mia curiosità.

Gaiden ha scritto:colgo l'occasione per chiedervi qualcosa sull'imprimitura a pomice finissima. L'ho vista in un negozio di belle arti, prodotta da Pebèo. Avrebbe senso usarla su tavola?

Avrebbe senso considerando quello che vorresti farci. Io l'ho sempre usata per scopi più decorativi anche preparandomela da sola, se tu vuoi usarla per i pastelli penso vada benissimo dato che è una delle classiche imprimiture per quella tecnica e te la potresti anche colorare in fase di stesura per avere già una cromia di base adatta a quello che vuoi fare.

vasco ha scritto:Io per le tavole sconsiglio il gesso acrilico, perche' se non passato bene a lungo andare si possono formare delle crepe,la cosa migliore e' partire con una miscela di acqua ,vinavil, gesso e fare tre o quattro mani aggiungendo sempre di piu' vinavil e' gesso in poche parole un grasso su magro.

Però anche con la miscela da te descritta si potrebbero avere problemi se gli ingredienti non sono ben dosati. La cosa più importante per il gesso acrilico è non darlo troppo a spessore, tirarlo bene e fare asciugare alla perfezione tra una mano e l'altra. Anzi, io lo consiglierei più per le tavole che per le tele proprio perché il supporto più rigido dà più stabilità, poi è scontato che data la sua elasticità è ottimo anche per tela.
Io parlo solo di tavole o compensato.

Re: Imprimitura: problemi di adesione.

MessaggioInviato: 17 giu 2013, 19:19
da Gaiden
Editato per non incrementare chiacchericcio