La grisaglia

Questo è il forum dedicato alla Pittura ad Olio. Tutti temi inerenti a questa tecnica pittorica sono discussi in questo forum.

Re: La grisaglia

Messaggioda sasadangelo » 18 mar 2014, 19:02

Ciao,
Condivido quanto dici.

Resto sempre convinta di ciò che disse una volta Marco Fenocchio a proposito delle componenti per essere un buon pittore: 1/3 di studio, 1/3 di esperienza e 1/3 di talento!

Questa frase di Marco non la sapevo ma è condivisibile.

Io sulla grisaglia credo di aver già detto la mia. E' valida per quanto tu dici e condivido tutti i punti.
Ha un drawback ... richiede molto tempo. Con il tempo che ci si spende si fanno due dipinti.

Allora è questione di obiettivi. Io penso si possa arrivare al medesimo risultato senza grisaglia, soprattutto se si lavoro da foto e dal vero ... di fantasia (e sono pochi al mondo che possono permetterselo) forse qualche fase intermedia in più è necessaria. I Maestri del Passato la usavano perchè un pò usavano i modelli, un pò credo inventassero e un pò preparavano il lavoro agli allievi.

Fino a due settimane fa dipingevo solo nel week end (se potevo) per via dei bambini che richiedono molto tempo. Ho impiegato quasi 9 mesi per dipingere l'Uva di Antonov visto che se mi andava bene ci lavoravo 3/6 ore a settimana. Diverse settimane ho dovuto lavorare e non l'ho toccato. Per questo ho deciso di lavorare senza grisaglia. Alla fine non vedo grosse differenze. Certo è più complicata la fase di colore perchè devo gestire anche i volumi ma è fattibile se uno è calmo e paziente. Preferisco un approccio Alla Prima con due fasi di colorazione. Prima coloro tutto facendo il rendering oggetto per oggetto come vedete qui:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid ... =3&theater

Quando la fase di colorazione sarà finita, faccio un oliatura e ridefinisco tutto con velature e sfregazzi cercando di lavorare sull'insieme e arrivare alla foto quanto più è possibile e nelle mie capacità. Diciamo un approccio alla David Gray. Ad oggi il lavoro è molto più avanti ... ho fatto i melograni e limoni. Appena possibile mostro il progress.

Da qualche settimana ho ripreso a dipingere quasi tutti i giorni quindi sto cominciando ad essere più veloce anche se in pittura mi piace essere lento e riflessivo.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La grisaglia

Messaggioda el buitre » 18 mar 2014, 19:37

Ciao Salvatore

Cio' che descrivi si chiama pittura d'accosto.

E' una tecnica antichissima, ed e' la piu' difficile, ma e' anche una tecnica che ha dato la sragrande maggioranza dei capolavori dell'800 e del 900 e probabilmente fu anche la tecnica usata dai nostri grandi rinascimentali e postrinascimentali.

E' vero, in una fase si deve decidere tutto, tonnalita', valore di chiaroscuro, saturazione. Il tutto senza avere per confronto, sotto al pennello,l'intero dipinto ma solo le limitate zone appene dipinte. Quindi l'occhio e' lo strumento piu' sollecitato; per questo piano piano e' l'occhio che si allena e diviene piu' rapido.

Piuttosto un piccolo suggerimento o consiglio:
- Prima fai un tratto con le massime luci tono calibrato = meno un pizzico, ovvero leggermente piu' scure (riserva tonale)
- poi fai un tratto con le massime ombre tono calibrato = meno un po, ovvero piu' scuro di quanto saranno alla fine
Il resto, dal punto di vista del chiaroscuro stara' in mezzo a quella roba che hai fatto ;)
sei fin troppo accurato per i contorni....ci credo che ci metti mesi :mrgreen:

Buona la scelta di usare una imprimitura colorata, riduce il fastidio di "adattare" ogni volta all'occhio; pero' attenzione il colore che scegli ti da un po' di fenomeno di costanza di colore nel giudizio delle tinte che metti sulla tela. Consigliabile piu' o meno un complementare chiaro del colore dominante del dipinto.

Io a volte per un paesaggio faccio una imprimitura bicolore, arancio per il cielo e xy per la parte sotto l'orizzonte.

P.s. questa e' la vera ragione per cui i grandi maestri usavano mettere il verdaccio sotto ai visi :o

Alessandro
Avatar utente
el buitre
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 535
Iscritto il: 03 mar 2014, 20:00
Ha ringraziato: 3 volte
Stato ringraziato: 74 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: La grisaglia

Messaggioda sasadangelo » 19 mar 2014, 11:19

sei fin troppo accurato per i contorni....ci credo che ci metti mesi

No. Ci metto mesi perchè se in una settimana lavori solo due ore il sabato ... è normale che poi impieghi così tanto tempo.
Normalmente un dipinto così lavorando di gran lena 2 o 3 ore al giorno in 15/20 giorni o poco meno lo finisci.
Ma se dipingi una volta a settimana con un rapido calcolo diventano 5 mesi. Tutto qua. Il tempo di lavoro è lo stesso ... solo che spalmato su più mesi.

Se vuoi creare qualcosa che sia fedele alla foto i tempi sono questi. Poi più approssimi e ti prendi licenze più il tempo si riduce.

Non sono i contorni il problema ... ma la fedeltà dei colori e i volumi.

Per fortuna sto riprendendo a dipingere un paio d'ore a sera ... e questa continuità spero mi aiuti a finirlo prima.

Cmq, si sta andando off topic ... il mio punto è che condivido quanto affermato da Amalia sulla grisaglia, ma per mie questioni personali (bambini, etc.) preferisco farne a meno per i motivi di cui sopra.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La grisaglia

Messaggioda videopamela » 19 mar 2014, 12:02

@Kiki

:o mi dispiace Kiki!! :cry: posso capirti :cry: Ho avuto anche io di questi problemi, per via di un incidente :cry: capisco la sofferenza sia fisica, sia morale, nel non poter disegnare-dipingere :cry:

ps
Comunque si ... la mia era una battuta :D :D contemporaneamente nun se po' fà :P
Avatar utente
videopamela
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 17 feb 2014, 11:31
Ha ringraziato: 6 volte
Stato ringraziato: 12 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: La grisaglia

Messaggioda Amalia.LaRosa » 19 mar 2014, 16:42

sasadangelo ha scritto:un drawback ... richiede molto tempo. Con il tempo che ci si spende si fanno due dipinti.


Per il tipo di grisaglia che intendo io al massimo puoi perderci un giorno a farla,due se le dimensioni del quadro sono oltre i 40x50.
Colore più o meno diluito a secondo se vuoi più chiaro e più scuro. Niente scala di grigi sulla tavolozza, con preparazioni lunghe ed estenuanti che fanno perdere tempo e voglia.
La grisaglia deve agevolare nei passaggi successivi, ma non vede essere il dipinto fatto in b&e, se no come dici tu ti sbrighi prima a passare direttamente i colori. E' l'abbozzo che ti permette di vedere se c'è qualcosa che non va e ti guida.
Amalia La Rosa
Guida forum Paesaggio
https://www.facebook.com/A.LaRosaPittrice
Avatar utente
Amalia.LaRosa
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 01 lug 2011, 13:02
Ha ringraziato: 25 volte
Stato ringraziato: 49 volte
Contributo: n/a
Bonus: 6

Re: La grisaglia

Messaggioda sasadangelo » 19 mar 2014, 20:57

Per il tipo di grisaglia che intendo io al massimo puoi perderci un giorno a farla,due se le dimensioni del quadro sono oltre i 40x50.
Colore più o meno diluito a secondo se vuoi più chiaro e più scuro. Niente scala di grigi sulla tavolozza, con preparazioni lunghe ed estenuanti che fanno perdere tempo e voglia.
La grisaglia deve agevolare nei passaggi successivi, ma non vede essere il dipinto fatto in b&e, se no come dici tu ti sbrighi prima a passare direttamente i colori. E' l'abbozzo che ti permette di vedere se c'è qualcosa che non va e ti guida.


A tal proposito anni fa feci un paio di quadretti 20x30 come esercizietti per il blog. Uno era questo:
http://www.disegnoepittura.it/natura-mo ... lori-olio/
con una grisaglia veloce come dici tu in acrilico.

L'altro alla prima. Impiegai 2 ore per la grisaglia e 2 ore per il dipinto.

Oggi non è che vado molto fiero di quel quadretto ... non è che sia un granchè ... lo so. Inutile elencarne i difetti. Però per un esercizietto di 3/4 all'epoca mi sembrava decente. Appena possibile lo sostituirò nella Galleria :-)

Cmq tra questo quadretto fatto con la grisaglia e l'altro senza c'era un enorme differenza. Eppure l'esecutore era lo stesso. Feci tutte e due in 3 giorni.
Quindi ti do ragione su questo.

Entrambi i cartoni telati non erano preparati, quindi l'acrilico funzionò anche da isolante (cioè ridusse l'assorbenza della tela) e così il colore rimase brillantissimo senza nemmeno un prosciugo. Infatti, verniciato o no era praticamente identico (vabbe la verniciatura un pò migliora sempre le cose).
E' probabile che se fai una grisaglia ad acrilico asciuga prima e puoi anche evitare la preparazione della tela.
Questa era la tecnica di Helen van Wyk.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La grisaglia

Messaggioda Amalia.LaRosa » 20 mar 2014, 09:05

Dimenticavo di precisare che io non uso mai bianco nella mia grisaglia, eccetto puro nelle altissime luci, ma solo alla fine. Vedi a me non piace avere lavori con troppo spessore di colore e quindi un monocolore stile acquarellato è perfetto per me.
Posto un esempio che ho ora sul cavalletto, è un 20x60 in fase di grisaglia non ancora completa nella parte destra per cui ho impiegato circa 2-3 ore.

Il fatto dei prosciughi è un discorso lungo. Questo è il motivo per cui ho lasciato i Maimeri artisti, data la aleatorietà del tubetto più o meno oleoso, a volte più olio che colore. E proprio quei colori oleosissimi brillano in maniera spaventosa nei dipinti, costringendo a verniciare.
I Mussini che sono per me su un'altro pianeta per qualità, resa ecc. Avendo in essi incorporata un po' di damar non richiedono verniciatura, danno la brillantezza che piace a me, senza esagerare, non danno sorprese di prosciughi, la quantità di pigmento è elevatissima cosicché basta una punta di colore per avere un colore saturo, quindi il rapporto quantità prezzo è da rivalutare. Ci sono comunque colori della Maimeri artisti che sono bellissimi come tono e che continuo ad usare, come la lacca rosa ad esempio.
Il discorso dei colori è lungo e ognuno ha le sue idee rispettabilissime, in base alle proprie esperienze e al proprio modo di dipingere. Per poter apprezzare la qualità di un colore è però secondo me fondamentale avere una certa esperienza.
Allegati
grisaglia.jpg
grisaglia.jpg (66.81 KiB) Osservato 1728 volte
Amalia La Rosa
Guida forum Paesaggio
https://www.facebook.com/A.LaRosaPittrice
Avatar utente
Amalia.LaRosa
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 01 lug 2011, 13:02
Ha ringraziato: 25 volte
Stato ringraziato: 49 volte
Contributo: n/a
Bonus: 6

Re: La grisaglia

Messaggioda sasadangelo » 20 mar 2014, 18:59

Ho capito. Tutto chiaro. Sui colori ... può essere che hai ragione ma al più io uso qualche W&N e Maimeri Artisti. Può darsi che hai ragione ma non ho mai provato i Mussini, non posso dare giudizi su cose che non conosco.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La grisaglia

Messaggioda sasadangelo » 20 mar 2014, 19:27

A proposito di prosciughi.
Fai quest'esperimento, l'ho fatto anche io simulando volontariamente un prosciugo.
Stendi due striscie di colore e lascia asciugare.
Una solo una settimana in modo che sia al tatto asciutta ma non completamente.
L'altra lasciala 3 o 4 settimane.
Poi stendi altro colore sulla prima e sulla seconda.
La prima formerà un prosciugo la seconda no.

Perchè?

Ecco a formare i prosciughi oltra alla tela non preparata è anche il colore di abozzo non perfettamente asciutto. Per questo Antonov aspetta diverse settimane nelle fase avanzati tra uno strato e l'altro. Se riesci a produrre un prosciugo volontariamente vuol dire che ne hai capito il meccanismo e riuscirai a evitarli in futuro.

Sulla tela non preparata per avere una dimostrazione di quanto sia inadeguata basta che prendi un pennino con inchiostro. Su quella non preparata si spande su quella preparata con gesso rimane una linea perfetta.

Io non credo che i prosciughi dipendano dal tipo di colore ... tant'è vero che ho dipinti fatti con Maimeri Classico (mai messi su blog perchè ce l'ha mia sorella) senza un prosciugo e non verniciato perchè non c'era bisogno. Era fatto alla Prima in poche ore.

A mio avviso i prosciughi si evitano solo così:
1. fare una buona preparazione non troppo assorbente (da generare prosciughi appunto) non troppo isolata (che respinge il colore).
2. Dipingere alla prima velocemente e finire il quadro wet on wet. Oppure se hai bisogno di abbozzi o di sovrapporre il colore aspettare che quello sotto asciutti ben bene.

Ad ogni modo il prosciugo si toglie facilmente passando un pò di olio con un pennellino sulla zona opacizzata. Non appena asciutto perchè l'olio viene respinto. Ma aspettando un pochino.

Sono tutte cose che ho provato e funzionano al 100%.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: La grisaglia

Messaggioda Amalia.LaRosa » 20 mar 2014, 20:25

sasadangelo ha scritto:Ad ogni modo il prosciugo si toglie facilmente passando un pò di olio con un pennellino sulla zona opacizzata.


Io intendevo per prosciughi parti non opache ma anzi eccessivamente lucide. In effetti credo che sia giusta la tua definizione.
Ecco cosa succede: Se tu prendi un colore puro e lo passi sulla tela preparata per pittura e vicino passi un'altro puro sempre alla prima mi è capitato che uno ( es.terra d'ombra in quel caso) sia tipo brillante come ci fosse la vernice. Tutto senza usare medium e nulla, ma semplicemente perchè il tubetto che mi hanno venduto non era buono, perchè la precedente terra d'ombra della maimeri artisti era normale. E così per altri colori, se io per esempio voglio procedere a pennello secco (senza medium) e alla prima non voglio sorprese di zone che sono eccessivamente brillanti.
Sono d'accordo con te per l'asciugatura e tutto, non ho ben capito se si tratta dello stesso problema, del problema opposto o di tutt'altro.
Amalia La Rosa
Guida forum Paesaggio
https://www.facebook.com/A.LaRosaPittrice
Avatar utente
Amalia.LaRosa
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 01 lug 2011, 13:02
Ha ringraziato: 25 volte
Stato ringraziato: 49 volte
Contributo: n/a
Bonus: 6

PrecedenteProssimo

Torna a Pittura ad Olio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron