Prima Domanda sulla pittura ad olio

Questo è il forum dedicato alla Pittura ad Olio. Tutti temi inerenti a questa tecnica pittorica sono discussi in questo forum.

Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda MarcelloSbig » 02 gen 2015, 13:36

Ciao è il mio primo dipinto ad olio, sto usando dell olio di lino con medio essiccante,e per lavare i pennelli da un colore ad un altro, uso acquaragia. Sono tossici questi materiali per diluire? che mi consigliate ? possono causare mal di testa e vertigini...?
MarcelloSbig
Utente
Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 29 dic 2014, 22:12
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda Cuorenero » 02 gen 2015, 15:32

Si se sei particolarmente sensibile, specialmente l'acquaragia, per prima cosa invece della raggia normale ti consiglio quella inodore e di usarla solo con finestra aperta per il solo risciacquo dei pennelli e al max un barattolo con tappo che apri solo quando serve , oppure pulitori eco , il problema se sei allergico all'olio o ipersensibile devi cambiare medium (tipo di pittura)
Avatar utente
Cuorenero
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 24 set 2013, 10:36
Ha ringraziato: 35 volte
Stato ringraziato: 38 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda P. Daniele » 02 gen 2015, 17:21

MarcelloSbig ha scritto:Ciao è il mio primo dipinto ad olio, sto usando dell olio di lino con medio essiccante,e per lavare i pennelli da un colore ad un altro, uso acquaragia. Sono tossici questi materiali per diluire? che mi consigliate ? possono causare mal di testa e vertigini...?


ciao,

l’olio di lino lo puoi trovare nei negozi bio per condirci l’insalata :D chiaramente non è tossico.
l’acquaragia, che non è un diluente ma un solvente, tossica lo è.
comunque sconsiglio l’acquaragia, è preferibile uno dei tanti prodotti ad uso specifico (per artisti) in commercio.
come tutti i solventi, da usare sempre in locali ben ventilati.ti consiglio di leggere su questo forum una delle tante discussioni sul lavaggio dei pennelli, sull’uso dell’olio di girasole per la pulizia degli stessi e su questo utile accessorio per l’uso di solventi

http://www.bellearti.net/it/attrezzatur ... vapennelli

inutile la serpentina superiore, ma INDISPENSABILE il coperchio per l’uso con solventi, che anche nelle versioni dearomatizzate,

http://www.mondo-artista.it/shop/prodot ... ina-34106a

sono sostanze comunque tossiche,
che, suggerisco, di usare solo per la pulizia finale.
P. Daniele
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 09 lug 2014, 20:31
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 2 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda MarcelloSbig » 03 gen 2015, 16:26

Grazie, che ne pensate di questo? è migliore? http://www.bellearti.it/Diluenti-Medium ... 17203.html o costa solo parecchio?
MarcelloSbig
Utente
Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 29 dic 2014, 22:12
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda umbra » 03 gen 2015, 19:09

Costa parecchio e immotivatamente :) Ma secondo è anche uno dei migliori nella categoria solventi/diluenti inodori a bassa tossicità (per quanto ne so)
umbra
Utente
Utente
 
Messaggi: 52
Iscritto il: 22 giu 2012, 11:19
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 2 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda umbra » 03 gen 2015, 19:12

MarcelloSbig ha scritto:Ciao è il mio primo dipinto ad olio, sto usando dell olio di lino con medio essiccante,e per lavare i pennelli da un colore ad un altro, uso acquaragia. Sono tossici questi materiali per diluire? che mi consigliate ? possono causare mal di testa e vertigini...?


Ti dico anche io (ripetendo anche cose già scritte). L'acquaragia, la ragia minerale, l'essenza di petrolio e tutti i derivati del petrolio più o meno inodori (tranne forse l' olio di glicerina) l'essenza di trementina ed anche altre essenze naturali che contengono aromatici, hanno tutti vari gradi di tossicità, cioè non li puoi trattare come fossero acqua e neanche olio di lino. Uno si può orientare con le etichette ufficiali sul grado di pericolosità, in genere medio/basso per usi 'normali', e che sono o dovrebbero essere esposte sulla confezione, oppure qualche ricerca in rete, anche se c'è comunque poca chiarezza in giro sui materiali per artisti (qualcuno mi dica se per l'essenza di trementina, dopo secoli, è stato stabilito se è veramente cancerogena)
Poi dipende da quanto una persona sta esposta a queste sostanze per inalazione dei vapori o contatto su pelle, e anche della sensibilità individuale, cioè è possibile che a una persona causi mal di testa o allergia e a un altra no.

In rete e anche su questo forum ci sono discussioni in merito, fra cui metodi alternativi per evitare del tutto i solventi a idrocarburi come il petrolio o le essenze, tipo lavare i pennelli direttamente con vari tipo di olii, e poi acqua e sapone. Ma questo non è un metodo universalmente accettato o la risoluzione definitiva del problema della pulizia pennelli nel suo complesso, cioè magari è il più salutare per il pittore ma il rovescio della medaglia è una maggior perdita di tempo nel lavaggio o altri piccoli grandi inconvenienti...ogni pittore ha le sue esigenze e solo conoscendo bene ogni materiale e attrezzo poi ti fai una tua idea.

Per lavare i pennelli tra un colore e un altro il Sansodor della W&N penso sia il migliore nella categoria solventi derivanti dal petrolio, e lo uso molto anche io, ha poco odore ed evapora lentamente (quindi non si sparge molto per la stanza) Anche se costo un botto, relativamente al peso e a ciò che in realtà penso che sia. Ossia semplicemente essenza di petrolio inodore resa ancora più inodore, e praticamente non distinguibile da altri prodotti che si trovano in commercio a prezzi molto più bassi, in altre categorie commerciali, tipo i combustibili per le stufe a petrolio (che logicamente devono puzzare il meno possibile e fare male il meno possibile, come il Sansodor, venduto a peso d'oro) Quello che secondo me rende il prodotto valido più che il poco odore è la bassa volatilità.
Fai conto che i colori si depositano bene sul fondo del barattolo e il liquido rimane alquanto pulito, quindi ti dura molto.

Lo stesso prodotto puoi usarlo per diluire i colori. Sulla tavolozza rimarranno umidi per un tempo simile all'essenza di trementina, ma (per la mia esperienza) non ha lo stesso potere solvente, cioè i colori a olio li fluidifica, ma non proprio veloce come altre sostanze.

Ci sono poi i solventi vegetali, alcuni dei quali ottimi, che evitano ogni problema di salute (fino a prova contraria) Ma con i quali per esempio non è buona cosa diluire i colori per dipingere.

Quindi ricapitolando: essenze di petrolio raffinate, come il Sansodor, per diluire o lavare. Mentre solo per lavare a fine sessione ci sono diverse opzioni, in generale eviterei l'acquaragia, l'essenza di trementina raffinata (da lasciare eventualmente come diluente) e altre sostanze 'forti'...anche se comuqnue una sostanza che odora di meno non è detto che sia meno tossica di una che ha un odore più forte.
umbra
Utente
Utente
 
Messaggi: 52
Iscritto il: 22 giu 2012, 11:19
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 2 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda MarcelloSbig » 03 gen 2015, 22:16

Grazie!!
MarcelloSbig
Utente
Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 29 dic 2014, 22:12
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda EnricoF » 04 gen 2015, 18:39

In questo forum puoi trovare altre discussioni che ti diranno più o meno le stese cose già dette qui.
Se non vuoi rischiare la salute puoi usare l'olio di girasole (quello del supermercato) che può aiutare a pulire i pennelli e non influisce negativamente sui colori perché viene usato anche per le mestiche dei colori come l'olio di lino che alcuni fabbricanti danno come alternativa.
Ovviamente tutto dipende dal posto in cui dipingi... Se hai a disposizione un grande locale areato puoi usare anche i solventi che però vanno tenuti in recipienti coperti da aprire solo per il tempo necessario al loro prelievo per l'uso. Le sostanze volatili fanno presto a saturare un ambiente per quanto grande possa essere. Ma se uno tiene le finestre aperte...
Se poi ci sono problemi di allergie o cose del genere e si vuole restare sul medium "Olio", si possono utilizzare i colori ad olio che utilizzano l'acqua come medium. Non li ho mai usati, ma qualcuno dice che non hanno la stessa resa brillante dei tradizionali all'olio.
Comunque come ti dicevo fatti un giro per il forum e troverai tanti post riguardanti questo argomento! ;)
Enrico.
Chi lavora con le mani è un operaio. Chi lavora con le mani e con la testa è un artigiano. Chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista. ( San Francesco d'Assisi ).
http://www.flickr.com/photos/enrico-fiorentini/sets/
Avatar utente
EnricoF
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1278
Iscritto il: 08 dic 2011, 20:39
Località: Roma
Ha ringraziato: 86 volte
Stato ringraziato: 117 volte
Contributo: n/a
Bonus: 6

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda MarcelloSbig » 26 feb 2015, 13:07

Seconda domanda: per dipingere paesaggi nella pittura ad Olio si puo'usare anche la Grisaglia?? se si quali sono i benefici?
MarcelloSbig
Utente
Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 29 dic 2014, 22:12
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Prima Domanda sulla pittura ad olio

Messaggioda P. Daniele » 26 feb 2015, 22:34

MarcelloSbig ha scritto:Seconda domanda: per dipingere paesaggi nella pittura ad Olio si puo'usare anche la Grisaglia?? se si quali sono i benefici?


ciao
io uso normalmente la grisaglia, o almeno una sua versione, ovvero il valore k della codifica cmyk.
ho cominciato con grisaglie approssimative, ma mi sono reso conto che migliore è la grisaglia e migliore il risultato finale.
la uso per i ritratti e la (unica e sola) natura morta che sto lentamente dipingendo, mentre per i paesaggi (non che sia un esperto) preferisco procedere direttamente con il colore.
un tipo di pittura più spontanea rilassante e divertente, eseguita con colori in genere opachi (sempre trasparenti per i lavori con la grisaglia) e in massima parte con pennelli di grandi dimensioni, dove spostare di un paio di centimetri la linea di costa di un lago o il profilo di una montagna non ha alcun effetto.
mentre in un ritratto spostare di un millimetro il profilo delle labbra fa la differenza tra un sorriso e una smorfia
quindi alla tua domanda rispondo di no, certo è possibile, ma non ne vedo alcun reale vantaggio.
P. Daniele
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 09 lug 2014, 20:31
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 2 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Prossimo

Torna a Pittura ad Olio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti