Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Questo è il forum dedicato alla Pittura ad Olio. Tutti temi inerenti a questa tecnica pittorica sono discussi in questo forum.

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda sasadangelo » 16 mag 2011, 21:28

Ciao Walter,
si esiste ma solo in negozi di belle arti.

xMELO
scusami ma sono stato male e non ho avuto tempo per la sovrapposizione con Gimp.
Vorrei sviuppare la cosa in modo da fornire spunti costruttivi a Walter così da poterci stupire ancora le prox volte.

xMelo
mi prenoto x una grigliata

xmaury77
sono contento di risentirti. Noto che ora lo schema cromatico generale è caldo come dev'essere una scena illuminata da candela. Credo che i riflessi sui capelli di gesù e dell'uomo a destra hanno ancora tono freddo e stonanano con il tema generale.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda MELO artistapercaso » 16 mag 2011, 21:43

per Salvatore: e penso che sai già che le grigliate di questo golfo hanno del celestiale!! :) :)
MELO artistapercaso
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 04 apr 2011, 11:30
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 1 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda roberto truono » 18 mag 2011, 20:27

Salve, sono nuovo nel forum di discussione su caravaggio e sono particolarmente contento di trovare molti artisti che si cimentano nel copiare e capire bene l'arte del grande genio caravaggio. Complimenti all'esecutore della canestra di frutta e a chi ha eseguito il bacco, anche io da hanni mi dedico alla conoscenza di caravaggio, ho scambiato qualche messaggio con melo artistapercaso e ora vorrei, come suggerito da melo, continuare la discussione su questo forum sulla tecnica e sull'artifizio di caravaggio, Si, molte opere di caravaggio hanno, a parte grande tecnica e conoscenza profonda del colorire, un artifizio, cosi giustificava( caravaggio) la capacita di riprodurre perfettamente quello che la natura sottoponeva. Sono un profondo appassionato di caravaggio e molte cose le ho capite copiando e sbagliando.
roberto truono
Utente
Utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 18 mag 2011, 17:53
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda MELO artistapercaso » 18 mag 2011, 22:22

Benvenuto Roberto in questo forum Ti aspettavo con interesse . Come già hai notato in questo forum si interessa di tutte le tecniche della pittura e del disegno ma è saltata subito fuori una vera pessione per la pittura realistica e in particolar modo per Caravaggio con la presenza dei validi esecutori che tu hai già sottolineato.Quindi siamo ansiosi di ascoltare se ci vorrai dire qualcosa della tua lunga esperienza, 40 anni sono una vita, di quello che man mano hai trovato e sperimentato delle tantissime cose che sai del GRANDE MAESTRO.Comincia da dove vuoi siamo ansiosi d'apprendere.E naturalnente il grande arcano della Camera Oscura o Camera ottica .Grazie Roberto
MELO artistapercaso
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 04 apr 2011, 11:30
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 1 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda roberto truono » 18 mag 2011, 23:02

ok ragazzi, spero tutti ragazzi.......grazie dell'accoglienza, ho girovagato un po sui vari post be vedo che l'interesse per la pittura, ma anche di come migliorare è altissimo.Io non voglio insegnare nulla a nessuno, ma se qualche volta una mia critica risulti un po dura, perdonatemi , nn lo faccio mai con cattiveria ne invidia per l'altrui lavoro.Ho letto che l'impegno nella ricerca del colorire caravaggesco (vi vorrei ricordare che caravaggio nn dipingeva a lume di candela ne altra luce se nn quella solare)è minuzioso, partiamo da un punto fondamentale, i colori.I colori che usavano gli artisti non erano in commercio, ma veniva prodotti presso le loro botteghe ed era un lavoro molto lungo e importante quanto la preparazione delle tele.Io ho iniiato a copiare quando avevo 16 anni, folgorato (cosi come san paolo sulla via di damasco)da un libro sul caravaggio, nn so come spiegare questa cosa che ancora oggi a distanza di anni quando penso di dipingere copio caravaggio.Avevo accennato a melo che ho sperimentato una camera oscura, perche affascinato dal fatto che caravaggio stesso ne facesse uso e vi posso dire che mi sono convinto dopo la sperimentazione, ecco perche dico che la luce dei quadri( o meglio la luce dei modelli in posa)è diurna, provate a fare una semplice prova, magari con il sole di mezzogiorno quello estivo, provate a proiettare l'ombra di un braccio sull'altro, vi accorgerete che si formra un ombra nitida e scura, caravaggio osservava e questa stupida cosa lui la conosceva e conosceva molto bene il sole di roma, quello di mezzo di. Per questo non fa un buco sul tetto ma apre una ampia finestra nel suo studio, che gli permette di inondare ,la sua camera nigra, di luce, senza alcun fastidioso rilesso.Proprio in questa camera con le pareti tinteggiate di scuro l'apertura sul soffitto nascono la maggior parte delle opere , se notate nel dipinto marta e maddalena, caravaggio nello specchio ci indica la finestra che ha praticato nel soffitto dicendoci quale è la luce, sicuramente non quella di una candela.é da qui che si puo partire per capire la camera oscura, come abbozzava e perche tele a fondo scuro e perche tele con materiali capaci di riflettere la luce o addirittura imprimere immagini come una pellicola perche quelle lunghe pennellate di biacca e poi tanti altri perche che potranno venir fuori se iniziamo una piccola discussione.
roberto truono
Utente
Utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 18 mag 2011, 17:53
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda roberto truono » 18 mag 2011, 23:20

Scusate, se mi fate delle domande precise, mi rimane piu senplice rispondere per quanto sono a conoscenza e nn mi dilungo annoiandovi.
roberto truono
Utente
Utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 18 mag 2011, 17:53
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda MELO artistapercaso » 19 mag 2011, 06:17

Il dipingere a luce naturale proveniente da un’ampia apertura ( fosse essa finestra o porta ) non è da mettere in alcun dubbio. Tra fine 1595 ed inizio 1596 periodo della svolta nello stile (luci-ombre) del Grande Maestro Egli alloggiava a Palazzo Madama ospite permanente del Cardinal Del Monte suo mecenate ,ed in una tale dimora non v’era nessun motivo di fare un buco al soffitto per avere luce adeguata ad ogni bisogno. Tuttavia non è del tutto inverosimile la storia o leggenda del buco al soffitto Questo avvenimento è da spostare ad un periodo successivo, ( presumibilmente inizio 1605) quando per i problemi che aveva dato in casa Del Monte era stato costretto a sloggiare ed andarsi a cercare casa altrove. Questa casa la trovò in Vicolo San Biagio ( oggi vicolo del Divino Amore) dove prese in affitto un paio di ampie stanze ( le stanze di allora non quelle di adesso)da certa Prudenzia Bruni. Risulta da atti che nel settembre del 1605 venne sfrattato per non aver pagato l’affitto, e gli vennero sequestrate tutte le sue cose a rimborso dei danni che aveva fatto avendo squarciato il tetto di quella casa. Ecco: perché avrebbe dovuto squarciare il tetto se non per fare entrare abbondante luce?
MELO artistapercaso
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 04 apr 2011, 11:30
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 1 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda MELO artistapercaso » 19 mag 2011, 06:19

Una delle peculiarità della pittura del grande maestro è il forte contrasto tra luci ed ombre, con stacchi talvolta netti ed in ogni caso con la riduzione al minimo dei mezzi toni. Stile rivoluzionario rispetto a tutta la pittura precedente Questa svolta si ebbe all’inizio della sua permanenza romana a palazzo Madama ospite del Cardinal del Monte. Quanto pensi abbia influito la presenza del Cardinale su questa svolta?
MELO artistapercaso
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 04 apr 2011, 11:30
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 1 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda MELO artistapercaso » 19 mag 2011, 06:39

Nel Rinascimento, periodo artistico del CARAVAGGIO si dipineva con la tecnica della sottopittura e della successiva sovrapposizione di tantissime sottilissime velature di colore fino a raggiunere la saturazione voluta. Gli studiosi anno potuto assodare che nella Gioconda di Leonardo si sono contati oltre 40 sottilissimi strati di colore nel viso ed in particolare agli angoli della bocca ( da cui il famoso ,enigmatico sorriso di Monna Lisa) e per ultimare questo dipinto ci son voluti oltre 20 anni. Nel CARAVAGGIO vediamo invece ,si l'utilizzo di velature ma anche decise pennellate specialmente nelle parti in luce Ed infatti Egli ultimava i suoi dipinti in pochissimo tempo ,il Seppellimento di Santa Lucia addirittura in un mese. ( e non aveva ne liquin ne dammar :D :D :D )Secondo te qual'era la vera tecnica del Caravaggio.
MELO artistapercaso
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 04 apr 2011, 11:30
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 1 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Incontra il Maestro Michelangelo Merisi detto Caravaggio

Messaggioda MELO artistapercaso » 19 mag 2011, 06:59

In moltissimi dipinti giovanili di Caravaggio sembra che i modelli siano mancini perchè tengono gli oggetti con la mano sinistra.Cio potrebbe essere vero visto che in questi lavori il modello era sempre lo stesso, il suo amico Mario Minniti, modello e pittore anche lui ,e se era mancino una volta ,lo era tutte le volte.Molti studiosi dicono invece che Caravaggio piazzasse davanti ai modelli da dipingere dei grandi specchi e dipinGesse sulla tela guardando gli specchi e non direttamente i modelli .Questo era un metodo per portare la tridimensionalità dei soggetti dal vero alle due dimensioni della pittura.Aveva inventato il metodo che noi oggi utilizziamo disegnando da una fotorafia.E tu cosa ne pensi?
MELO artistapercaso
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 04 apr 2011, 11:30
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 1 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

PrecedenteProssimo

Torna a Pittura ad Olio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti