Base per nudo...

Questo è il forum dedicato al tema del Ritratto indipendentemente dal medium utilizzato (acrilico, olio, acquarello, tempera, ecc.).

Base per nudo...

Messaggioda katia » 01 ago 2011, 22:10

Vorrei eseguire un nudo a olio e farlo sembrare quanto piu' realista possibile (non tipo foto),quale' la tecnica migliore?A me piace dipingere con le velature percio' con quali colore posso fare la grisaglia?
Avatar utente
katia
Utente
Utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 10 apr 2011, 21:04
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 10 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: base per nudo...

Messaggioda sasadangelo » 02 ago 2011, 08:41

Ciao,
In diversi modi. Dovresti usare toni di grigio. Il primo pensiero va al bianco e nero ma poi ti vengono grigi freddi.
Antonov al posto del nero usa 2 parti di nero avorio + 1 parte di terra ombra bruciata + 1/8 blu di prussia. Questo per avere un nero meno freddo e più neutro.
Per il bianco usa bianco titanio o zinco + pochissimo nero avorio.

Dall'ebook sulla tecnica dei fiamminghi

Poi realizziamo la miscela del mezzotono centrale con 2 parti del primo colore e 1 del secondo. A questo mezzotono va aggiunto pochissime quantità di giallo ocra, terra
ombra bruciata e blu di prussia. A seconda se si desidera un risultato tendente al verde, marrone o blu le quantità di questi colori possono variare a nostro piacimento,
l’importante è che il mezzotono non tenda al viola. Qualunque scelta si faccia e fondamentale che il mezzotono rimanga un grigio a tutti gli effetti (vedi seconda figura
sotto). Tra il mezzotono e il mix più scuro creiamo due toni intermedi. Tra il mezzotono e il mix chiaro creiamo 5 ulteriori toni intermedi. In totale i toni saranno 10.


L'idea è che mescolando il colore scuro e chiaro poi neutralizzi i toni più chiari con giallo ocra (se necessario) i più scuri con (terraombra bruciata e blu di prussia).

Puoi, inoltre, usare quest'altro modo per realizzare la scala tonale
http://www.disegnoepittura.it/teoriacol ... scuro.html

Puoi usare terra d'ombra bruciata e bianco e nero avorio (lo sto sperimentando in un mio dipinto).

Come vedi le possibilità sono infinite.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: base per nudo...

Messaggioda Marco Fenocchio » 02 ago 2011, 11:44

Secondo me, fare tutto il chiaro-scuro con diversi toni di grigio, bianco e nero, fa un abbozzo color cenere che poi si vela con colori trasparenti; è un procedimento sbagliato. Amenochè, io abbia capito male. Invio foto di nudo che avevo fatto con altro sistema. Grande 2 mt di base. ( nella foto è tagliato via il piede). Ho dipinto col sistema tradizionale. Anch'io avevo provato a fare una tela abbozzata in bianco, grigio, nero, per poi velarci sopra. Lavoro sgradevolissimo, pessimi risultati , perdita di tempo. Forse, questo sistema, era adottato in pittura a tempera su tavola nel '400 . Neanche Cennini lo consiglia nelle carnagioni. Invece, si adoperava per fare stoffe blu, risparmiando colore molto costoso.
Foto(14).jpg
Foto(14).jpg (35.8 KiB) Osservato 3639 volte
Marco Fenocchio
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 369
Iscritto il: 10 lug 2011, 18:09
Ha ringraziato: 29 volte
Stato ringraziato: 31 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: base per nudo...

Messaggioda sasadangelo » 02 ago 2011, 12:12

Neanche Cennini lo consiglia nelle carnagioni. Invece, si adoperava per fare stoffe blu, risparmiando colore molto costoso.

Che pensi che sopra il verdaccio lavorasse tutto in coprente? Questa si che è assurdo.
L'uso di velature (mistura ottica) ne parla anche Leonardo nel suo Trattato.
Cmq, è un approccio che alcuni non amano altri si. Come sempre credo non esista tecnica unica che piaccia a tutti.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: base per nudo...

Messaggioda grafite » 02 ago 2011, 12:16

anche io non userei una grisaglia per gli incarnati, al massimo un impianto a chiaroscuro con il verdaccio ... ma si lavora tanto semplicemente con un ectoplasma a terra d'ombra bruciata ... e poi sfregazzi,mezze paste e velature ...
Allegati
quadro.jpg
quadro.jpg (67.37 KiB) Osservato 3637 volte
Alessandro Pedroni
http://www.alessandropedroni.com - http://www.circolodarti.com
workshop, lezioni e corsi di disegno e pittura a Cagliari o via web
Avatar utente
grafite
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 787
Iscritto il: 05 apr 2011, 08:17
Località: Cagliari
Ha ringraziato: 30 volte
Stato ringraziato: 81 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: base per nudo...

Messaggioda Marco Fenocchio » 02 ago 2011, 13:24

Comunque, meno si maneggia, vela, sfrega, ecc. , sulle carnagioni, meglio è. Se no si rischiano carnagioni false che sembrano di legno o di plastica. Si può tornare più volte sull'abbozzo per migliorarlo e rifinirlo, con molto giudizio però, perchè è facile appesantire il soggetto. L'ideale è fare un abbozzo il più giusto possibile per non doverlo correggere troppe volte di sopra. O no?
Marco Fenocchio
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 369
Iscritto il: 10 lug 2011, 18:09
Ha ringraziato: 29 volte
Stato ringraziato: 31 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Re: base per nudo...

Messaggioda marina » 02 ago 2011, 13:43

Marco il tuo dipinto è.....fa...vo..lo..so, quello che sostieni è dimostrato ;)
Ciò che sai fare o sogni di poter fare, inizialo.
L'audacia ha in sè genio, potenza, magia.
J.W.GOETHE
Avatar utente
marina
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 05 apr 2011, 10:51
Ha ringraziato: 37 volte
Stato ringraziato: 15 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: base per nudo...

Messaggioda sasadangelo » 02 ago 2011, 15:16

Comunque, meno si maneggia, vela, sfrega, ecc. , sulle carnagioni, meglio è. Se no si rischiano carnagioni false che sembrano di legno o di plastica. Si può tornare più volte sull'abbozzo per migliorarlo e rifinirlo, con molto giudizio però, perchè è facile appesantire il soggetto. L'ideale è fare un abbozzo il più giusto possibile per non doverlo correggere troppe volte di sopra. O no?


Caèisco il tuo punto che è sicuramente da prendere in considerazione visti i risultati :-)
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: base per nudo...

Messaggioda katia » 02 ago 2011, 15:26

Marco il tuo dipinto e' stupendo! Ma cosa intendi -ho dipinto col sistema tradizionale-...
Avatar utente
katia
Utente
Utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 10 apr 2011, 21:04
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 10 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: base per nudo...

Messaggioda Marco Fenocchio » 02 ago 2011, 15:43

Grazie Marina, si è creata un pò di confusione sulle tecniche pittoriche, il fatto è che dipendono da molti fattori: lo stile, il tipo di supporto, il gusto e attitudine personale. Io ho dovuto adottare un sistema che avesse i requisiti: ottenere l'effetto verista ma non troppo calligrafico nel minor tempo possibile (da Torino a Venezia senza passare per Stoccolma), gestire il minor numero di colori scelti tra i più adatti a fare tutto, evitare assolutamente tutto ciò che avesse a che fare col '900, manuali compresi (perchè, non lo so). La preparaz. color cartadapacchi mi è venuta perchè non si capisce che tinta è, nello stesso tempo non è fredda come il grigio e si adatta un pò a tutto. Considera però che il colore di fondo ideale per ottenere la max potenza dei colori è quello che imita il Rame lucido o l'Oro caldo, ma stordisce un pò a lavorarci su grandi superfici. Il disegno preparatorio di verdaccio o simile, appena lumeggiato col bianco che hai fatto per Lempicka è fin troppo esatto e rifinito, che si ha paura di rovinarlo sovrapponendo i colori che, salvo le ombre scure, sono coprenti o semic. (non è aquarello, è pittura a olio) , il ch-sc è una falsariga su cui porre i colori a mosaico e unire sfumando leggerm. il meno possibile. Quindi può andar bene anche fatto con negligenza, un pò svanito.... E' difficile discutere di pittura a messaggi brevi; non è mica la ricetta dello Strudel di Mele! Poi, tutti possono dire:< Quello scrive scrive ma non ci mostra le fasi di un lavoro> .... <Mi arrangio a parole, che diamine!>
Marco Fenocchio
Utente Veterano
Utente Veterano
 
Messaggi: 369
Iscritto il: 10 lug 2011, 18:09
Ha ringraziato: 29 volte
Stato ringraziato: 31 volte
Contributo: n/a
Bonus: 8

Prossimo

Torna a Il Ritratto e la Figura Umana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron