Ritratto per un amico

Questo è il forum dedicato al tema del Ritratto indipendentemente dal medium utilizzato (acrilico, olio, acquarello, tempera, ecc.).

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 08 nov 2011, 23:32

Vi ringrazio molto per i complimenti, per quanto riguarda la richiesta di Walter ho riletto l'articolo di Salvatore ed è completo,c'è la foto della tavolozza con i nomi dei colori e le varie mescolanze quello che forse è meno chiaro,anche se descritto, è la suddivisione dei piani facciali per cui mi sono procurata le foto in modo che si possa capire dove posizionare i colori in luce, i mezzitono e le parti in ombra
Allegati
luci ed ombre 2.jpg
luci ed ombre 2.jpg (21.61 KiB) Osservato 1936 volte
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 08 nov 2011, 23:36

per mia comodità quando devo fare un ritratto ho sempre delle foto a colori e le stesse in bianco e nero
Allegati
lcci ed ombre 1.jpg
lcci ed ombre 1.jpg (31.43 KiB) Osservato 1936 volte
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 08 nov 2011, 23:37

le foto in bianco e nero sono molto utili anche quando si usa l'underpainting di Antonov
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda sasadangelo » 09 nov 2011, 10:54

Ah che bello,
finalmente qualcuno che parla di piani facciali oltre a me ... pensavo di essere l'unico folle :-)
A parte gli scherzi i piani facciali sono importantissimi proprio perchè con la legge di Lambert (qui mi da qualche aria da intellettuale per far vedere che so le cose :-) ad ogni piano si associa un tono.
Lo spiegai qua
http://www.disegnoepittura.it/disegno/p ... olume.html

Di piani facciali ne hanno parlato Reilly, Loomis, Nathan Fowkse. Il punto non è che bisogna dipingere usando i piani facciali, ma sapere quali sono i principali, secondari e altri:
http://www.disegnoepittura.it/disegno/p ... ciali.html
http://www.disegnoepittura.it/ritratto/ ... ratto.html

però se fate un semplice esercizio vi accorgerete che ogni volto ha i suoi piani. Nel senso che ci sono piani primari presenti in tutti i volti ma poi questi differiscono. Il modo migliore che ho per impararli e prendere i TV sorrisi e canzoni e cercare di individuali su tutti i volti. Mia moglie non sa più come fare ... gli scarabocchio tutti i Di Più, TV Sorrisi e Canzoni e altri giornali del genere.

Però funziona, dopo un pò li individuerete in due secondi. Questo è un altro modo per imparare a osservare come diceva Walter.

Trovati i piani trovati i colori.

Questo unita alla tavolozza di Sanden e al suo modo di mescolare i colori (che presto illustrerò sul blog) completano una guida importantissima per il Ritratto ... poi bisognerà solo mettersi lì a sperimentare ore e ore. Finchè tutto verrà in automatico.
Salvatore
http://www.disegnoepittura.it
Amministratore del Forum

Quelli che s’innamorano della pratica senza la scienza,
sono come i nocchieri che entrano in naviglio senza timone o bussola,
che mai hanno certezza dove si vadano. Leonardo da Vinci.
Avatar utente
sasadangelo
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 25 mar 2011, 13:39
Località: Fiumicino
Ha ringraziato: 93 volte
Stato ringraziato: 183 volte
Contributo: n/a
Bonus: 329

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda grigio » 09 nov 2011, 12:47

Il fattore fondamentale è la provenienza della luce. Io mi esercito con le foto dei fotografi professioniti perchè sono ben fatte e si riesce ad individuare tutti i toni.
Voglio fare il ritratto ai miei due figli, farò la foto verso il tramonto vicino alla finestra e con la porta chiusa della stanza, così da avere i soggetti ben contrastati, ovviamente senza flash.
Avatar utente
grigio
Lord del Forum
Lord del Forum
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 31 mag 2011, 09:14
Località: Prov. di Caserta
Ha ringraziato: 43 volte
Stato ringraziato: 48 volte
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 09 nov 2011, 13:00

folle ? sono sulla buona strada!!!! quando guardo gli sceneggiati alla tv (che hanno buone luci) ormai non seguo più la storia ma quali ombre hanno i visi e spesso fotografo la tv se c'è qualche viso particolarmente interessante !!! :-)
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 12 nov 2011, 00:11

Ritornando allo studio del volto e dei piani facciali ,stamattina mi sono imbattuta in una serie di autoritratti di un artista che conoscerete tutti Lucien Freud. Non ho trovato gli anni in cui sono stati fatti ma forse le foto parlano da sole.
Allegati
Freud.jpeg
Freud.jpeg (250.6 KiB) Osservato 1917 volte
Ultima modifica di Antrisia2 il 12 nov 2011, 00:19, modificato 1 volta in totale.
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 12 nov 2011, 00:18

credo che l' ordine temporale sia questo
Allegati
lucien-freud2.jpg
lucien-freud2.jpg (183.1 KiB) Osservato 1917 volte
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 12 nov 2011, 00:21

mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate dell'evoluzione tecnica dell'artista
Allegati
imgres.jpeg
imgres.jpeg (11.2 KiB) Osservato 1917 volte
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

Re: Ritratto per un amico

Messaggioda Antrisia2 » 12 nov 2011, 00:27

da un ritratto giovanile e prettamente figurativo passa ad un marcamento dei piani facciali che rendono sfaccettato il viso e quasi sgradevole il volto.
Antrisia2
Utente
Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 05 nov 2011, 01:02
Ha ringraziato: 0 volta
Stato ringraziato: 0 volta
Contributo: n/a
Bonus: 0

PrecedenteProssimo

Torna a Il Ritratto e la Figura Umana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite